Equitazione: Brash vince la sfida tra i migliori dieci del mondo

Equitazione-Scott-Brash.jpg

È il numero uno del mondo e lo ha confermato: al CSI cinque stelle di Ginevra, il britannico Scott Brash ha infatti conquistato il primo posto nella Top 10 Final, la prova che riunisce i mgiliori dieci atleti dell’anno nel salto ostacoli. In sella ad Hello Sanctos, il cavaliere che ha da poco compiuto ventinove anni ha realizzato due round perfetti, unico a riucire nell’impresa, chiudendo con un crono di 45″26. Alle sue spalle, si è classificato il medagliato d’argento degli ultimi World Equestrian Games, il francese Patrice Delaveau su Lacrimoso Hdc (50″62 con un errore), mentre il podio è stato completato dal campione olimpico di Londra 2012, il padrone di casa Steve Guerdat su Albfuehren’s Paille (44″88 con quattro errori).

Sempre nella giornata di ieri, i binomi della Svizzera hanno realizzato anche una tripletta, con Pius Schwizer su Chika’s Way (59″70) che ha preceduto Niklaus Rutschi su Earl Pery’s Caro Ch (59″83) e Martin Fuchs su Mighty De Riverland (60″83 con quattro errori). Buon piazzamento per Lorenzo De Luca e Caresse, decimi con un crono di 62″01.

Nella prova contro il tempo, invece, ha primeggiato il tedesco Ludger Beerbaum su Leonidas 100. L’esperto teutonico ha ottenuto un percorso netto in 52″81, facendo meglio dell’irlandese Cameron Hanley su Caretina De Joter (52″90) e del francese Simon Delestre su Stardust Quinhon (53″32). In questo caso, De Luca ha ottenuto il nono posto in compagnia di Voice de Longchamps (55″65).

Il concorso di Ginevra è valido anche come tappa della Coppa del Mondo di attacchi: nella prima prova, l’ungherese József Dobrovitz ha ottenuto il miglior punteggio (159.56) davanti al fuoriclasse australiano Boyd Exell (162.51) ed all’elvetico Jérôme Voutaz (169.57).

Sempre nella giornata di Venerdì, si è aperto anche il CSI cinque stelle di La Coruña, in Spagna. La prima prova è andata al colombiano Carlos López su Zephyr II (60″68) davanti al cavaliere locale Eduardo Álvarez Aznar su Ryanair de Riverland ed al francese Olivier Robert su Quenelle du Py (62″72).

Nella gara con jump-off, invece, ha primeggiato l’irlandese Shane Breen su Farao van’t Vennehof (39″15), precedendo il tedesco Philipp Weishaupt su Chico (39″26) ed all’ucraina Katharina Offel su Charlie (39″60). Escluso dallo jump-off, Luca Maria Moneta si è classificato decimo con Neptune Brecourt.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

Top