Biathlon: Wierer stupenda! È terza nell’inseguimento di Östersund

Doro.jpg

Se nella giornata di ieri Dorothea Wierer si era fermata ai piedi del podio, oggi la ragazza di Rasun di Anterselva ha conquistato con carattere una terza posizione straordinaria nell’inseguimento di Östersund, mettendo la firma su un fine settimana ottimo per i colori azzurri.

Dopo aver saltato l’individuale per indisposizione, Wierer si è presentata alla nuova stagione come una delle big del circuito. Precisa quanto basta al poligono e performante sugli sci stretti, l’azzurra è sempre rimasta nelle posizioni importanti nell’arco di tutta la corsa, sfruttando diversi errori delle avversarie per issarsi in seconda posizione dopo il terzo poligono. Nell’ultimo giro è stata raggiunta dall’ucraina Valj Semerenko, che è poi riuscita a precederla nella volata per la seconda piazza. Per Dorothea si tratta del miglior risultato in carriera eguagliato: nella scorsa stagione era arrivata terza a Pokljuka proprio nell’inseguimento.

Il successo è andato alla finlandese Kaisa Mäkäräinen, terza nella sprint e brava a limitare gli errori al tiro nonostante delle condizioni atmosferiche non certo ottimali per via del vento che a più riprese ha influenzato le prestazioni con la carabina delle atlete. Quarta posizione finale per la bielorussa Darya Domracheva, che dopo aver dominato la 15 chilometri non è più riuscita a ripetersi, evidenziando anche un passo sugli sci non dominante come quello espresso giovedì. Quinta, grazie ad una gara silenziosa ma concreta, la slovena Teja Gregorin, che con due soli errori nei 4 poligoni è riuscita a precedere la norvegese Tiril Eckhoff, troppo fallosa dopo il successo di ieri, Veronika Vitkova, Marine Bolliet, Ekaterina Glazyrina e Franziska Hildebrand. Mäkäräinen guida in classifica generale con 19 punti di vantaggio su Domracheva e queste due atlete sembrano le maggiori indiziate a giocarsi la Sfera di Cristallo. 

Le buone notizie in Casa Italia non si fermano alla terza posizione di Wierer. Karin Oberhofer, sempre influenzata da qualche problema di troppo al tiro, è riuscita a chiudere in undicesima piazza, mancando l’accesso alle migliori 10 per una manciata di secondi nonostante i 5 bersagli mancata. Perfetta al poligono Lisa Vittozzi, che anche nella seconda gara della carriera in Coppa del mondo è riuscita a chiudere con lo zero come nella sprint dimostrando di valere questo contesto di gara. La giovanissima atleta nostrana è riuscita ad entrare ancora in zona punti passando dalla 38ma posizione in partenza alla 27ma finale nonostante un passo sugli sci che, ovviamente, non è paragonabile alle avversarie più esperte e performanti atleticamente. Non è riuscita a chiudere in zona punti Nicole Gontier, 46ma a casa di troppi errori al tiro: ben 7.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@olimpiazzurra.com

Foto: Serge Schwan (FISI)

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top