Softball, Luigi Soldi (manager Bollate): “Una stagione emozionante, grande Greta Cecchetti”



Bollate ha un ruolo di spicco nel softball tricolore: 12 scudetti di A1/Italian Softball League e una cinquantina tra under 21, Cadette e Ragazze, la formazione milanese non ha deluso le attese nemmeno nel 2014, conquistando l’ennesimo titolo tra le Cadette e arrivando tra le prime quattro sia in Italian Softball League (con un roster giovanissimo e italianissimo), sia in Coppa Italia.

Ecco dunque l’intervista di fine stagione realizzata da Serena Vaghi della società bollatese al manager Luigi Soldi.

Loading...
Loading...

Questa è stata una stagione particolare, sei soddisfatto della tua squadra?
Definirmi soddisfatto sarebbe estremamente riduttivo! Le ragazze hanno investito ogni risorsa
in questa avventura e sono rimasto piacevolmente sorpreso dal rendimento generale del
gruppo. Non posso dichiarare che tutto sia stato semplice: in un primo momento la convivenza
tra ragazze già esperte e compagne giovanissime, in un gruppo così eterogeneo come il nostro,
non è stata facile, tuttavia, dopo i primi assestamenti, tutto è migliorato”.

Il miglior momento della stagione?
Ogni momento è stato emozionante, perché, dopo molti anni in cui, fin dalla partenza, si
puntava ai play off, quest’anno abbiamo iniziato il campionato ponendoci come unico
obiettivo la crescita della squadra e, invece, ci siamo ritrovati subito in zona play off, senza mai
perdere un doppio incontro. A quel punto i play off sono diventati l’obiettivo! In semifinale
abbiamo incontrato il Bussolengo e definirei proprio questo il momento migliore della
stagione, perché, pur consci della forza dell’avversario, siamo scesi in campo desiderosi di
affrontarlo con la miglior performance. Lo spirito mostrato dalle ragazze è stato specchio
dell’ottimo lavoro svolto durante l’anno”.

Chi nomineresti “giocatrice simbolo di questa annata”?
Sono certo di non fare un torto a nessuno nell’indicare Greta Cecchetti. Ogni ragazza è stata
fantastica in questa stagione, ma Greta ne è stata il catalizzatore. Ha avuto un rendimento
strepitoso, e la ringrazio perché, ad inizio anno, ha scelto di rimanere con noi, nonostante le
difficoltà all’orizzonte. Questo non significa che in futuro Greta non possa fare esperienza in
un’altra società, ma, con questa decisione, in questo anno, ha dimostrato estrema maturità”.

Le ultime parole per concludere?
E’ stata una stagione positiva su tutti i fronti: abbiamo vinto il titolo nazionale nella categoria
under 16, abbiamo guadagnato il secondo posto in categoria under 13 ed under 21, abbiamo
portato a casa la Coppa Lombardia in tutte e tre le categorie precedenti e la prima squadra ha
disputato le semifinali del campionato nazionale e la finale di Coppa Italia. Direi che una
stagione incerta si è conclusa con ben certi successi!

E relativamente alla stagione 2015?
Non dò dettagli, sarebbe prematuro. Per ora abbiamo definito tutti gli staff tecnici, che
renderemo noti nelle prossime settimane.
Parlando di tecnici, colgo l’occasione per complimentarmi con il nostro tecnico Roberta Soldi,
appena nominata parte dello staff tecnico della nazionale under 19.
Nel 2015 schiereremo in campo due squadre di minisoftball, due squadre under 12, una
squadra under 16, una under 19 ed una in ISL. Quest’ultima verrà notevolmente rinforzata, ma
il come rimane una notizia top secret al momento! Insomma un 2015 che ci vedrà ancora
protagonisti!”

foto: pagina Facebook Bollate Softball 1969

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

marco.regazzoni@olimpiazzurra.com

Loading...

Lascia un commento

scroll to top