Pro12: Connacht vince la battaglia di Monigo, Treviso ancora KO

20100108132157Benetton_Rugby_Logo-615x400.png

Una partita bloccata, estremamente fisica e giocata al limite da entrambe le squadre. Connacht è maggiormente ordinato e coeso, ha le idee ben chiare e riesce a spuntarla per 6-9 grazie ad un match di sacrificio e di intelligenza contro un Benetton Treviso in evidente crescita ma ancora con diverse lacune tattiche ed organizzative.

I Leoni cominciano con un buon piglio e al 6′ Jayden Hayward porta in vantaggio i suoi. Gli irlandesi, però, ricordano al Monigo il perché siano così in alto in classifica e macina lentamente gioco: Ronaldson prima manca i pali al 10′, poi pareggia al 17′ concretizzando il buon momento ospite. Treviso prova ad accelerare alla metà del tempo, ma dopo un paio di fasi ben organizzate la manovra diventa lenta e confusionaria. Ci prova Bacchin con un pregevole grubber a lanciare Campagnaro, ma il giovane trequarti non riesce a schiacciare in try zone. Connacht, però, riesce a portarsi stabilmente nei 22 biancoverdi e sfrutta l’indisciplina dei padroni di casa, portandosi in vantaggio con Ronaldson al 30′. Qualche lampo trevigiano permette ad Hayward di piazzare il calcio del pareggio al 38′, ma è al 40′ che gli uomini di Casellato creano forse l’azione più interessante. Una spettacolare combinazione tra Gori, Christie ed Hayward consente a quest’ultimo di involarsi verso la zona di meta irlandese, ma sugli scarichi successivi gli ospiti riescono a contenere gli assalti veneti sui 5 metri. Christie cerca l’invenzione per Campagnaro sull’esterno, ma è un nulla di fatto.

Treviso fa intravedere buoni spunti con i loro trequarti, ma manca ancora quel quid necessario per impensierire le difese avversarie con continuità. Connacht tiene senza troppi patemi ma non riesce ad imbastire fasi offensive con la stessa organizzazione del primo tempo, tant’è che il match diventa piuttosto tattico. La mischia dei Leoni, fin lì evanescente, conquista un ottimo calcio di punizione al 54′, ma Hayward questa volta non concretizza. Emerge un po’ di stanchezza ambedue le parti e si scaldano anche gli animi tra Christie e Marmion, ammoniti al 59′. E’ un’ingenuita di Minto (ingresso laterale in maul) a regalare tre punti a Ronaldson al 68′ (6-9) di una guerra senza esclusione di colpi. Il centro irlandese potrebbe allungare, ma il tentativo non è preciso. Treviso dovrebbe risalire velocemente il campo, ma un paio di calci di spostamento mal indirizzati da Christie fanno indietreggiare uno stanco Benetton. Con le ultime forze, i biancoverdi cercano di abbattere le resistenze irlandesi ma gli ospiti si trincerano sui 5 metri e respingono al mittente gli attacchi.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

daniele.pansardi@olimpiazzurra.com

Tag

Lascia un commento

Top