Pattinaggio Artistico a Rotelle: il punto sul Mondiale a Reus

Melissa-Comin-De-Candido-Daniel-Morandin-Pagina-facebook-Melissa.jpg

Terminati i Campionati del mondo di pattinaggio artistico a Rotelle, che si sono svolti a Reus, analizziamo il bilancio tricolore.

Innanzitutto è tanta la soddisfazione per i risultati degli azzurri, che hanno portato a casa risultati eccezionali e hanno dimostrato che l’Italia possiede un grande ricambio, in grado di sostituire i  grandi e plurimedagliati campioni seniores.

Sara Locandro, tecnico della nazionale, dopo il podio tutto italiano nella danza ha riferito: “Ieri è stata una giornata fantastica per quanto riguarda la danza. Abbiamo fatto primo, secondo e terzo posto con Comin De Candido-Morandin, Leoni-Spigai e Stibilj-Bassi. Non sono stati semplicemente dei risultati da podio, ma delle esibizioni che hanno eccitato il pubblico al massimo. Ognuna delle tre coppie, con il suo stile diverso, ha presentato un programma meraviglioso. E’ stato un vero e proprio spettacolo, che ha dimostrato una volta in più che la nostra crescita è esponenziale e che la differenza tra noi e le altre nazioni sta diventando incolmabile”.

Il Bel Paese è una certezza: in ogni disciplina gli atleti schierati sono riusciti a salire sul podio e inoltre dimostra continuamente la crescita tecnica e artistica di tutti i pattinatori.

Tra gli juniores l’Italia ha conquistato 7 medaglie d’oro, 5 d’argento e 4 di bronzo, per un totale di 16 podi. Da notare inoltre come tutti i convocati hanno vinto almeno una medaglia a testa, eccetto Stefano Piccolo che è comunque arrivato ai piedi del podio. Invece tra seniores la nazionale ha conquistato 8 titoli su 13, confermando così di essere imbattibile anche a livello intercontinentale.

Bilancio positivo dunque per la spedizione e anche a Reus il cielo si è tinto d’azzurro!

Clicca qui per seguire Melissa Comin de Candido e Daniel Morandin

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

eleonora.baroni@olimpiazzurra.com

Foto: pagina Facebook Melissa Comin De Candido

Lascia un commento

Top