Pallamano femminile, qualif. Mondiali 2015: Italia fantastica, Macedonia sconfitta 23-20!

Fanton-vsSPA-e1457636118760.jpg

Inizio positivo per l’Italia, impegnata nelle qualificazioni ai Mondiali del 2015: in quel di Skopje le ragazze di Mister Trespidi battono 23-20 le padrone di casa della Macedonia e portano a casa i primi punti delle gare di qualificazione.

Si parte forte con un botta e risposta tra le due squadre, con le padrone di casa che si ritrovano sul 3-1, continua il botta e risposta e la formazione locale al 10′ si ritrova sul 7-3. Al 15′ l’Italia si trova sotto 4-9. Sale in cattedra Fanton, che al 20′ porta il risultato sul 7-10. Le due squadre lottano fino alla fine del primo tempo, che si chiude sul 14-11 in favore delle macedoni.

Un inizio di secondo tempo magistrale per le Azzurre che recuperano lo svantaggio e trovano il 18 pari con Ettaqi, Gheorghe e Fanton siglano i gol del sorpasso. Minuti finali al cardiopalma, con le padrone di casa che si portano sul -1, ma Niederwieser e Gheorghe siglano i gol della vittoria.

La gioia del portiere e capitano azzurro Monika Prunster“Sapevamo che sarebbe stata una partita difficilissima in casa della Fyr Macedonia. Però credo che abbiamo lavorato duro in questi mesi, sacrificandoci sempre in allenamento, dando il meglio anche nelle partite giocate con Futura, e penso che i risultati di questo lavoro siano emersi oggi. È una vittoria della squadra. Non abbiamo mai mollato, nemmeno quando eravamo sotto di quattro reti e poi, nel secondo tempo, siamo andate certamente meglio, commettendo meno errori soprattutto in difesa. Domenica in Italia ci aspetta un’altra partita molto difficile, dovremo dare ancora il 110%, giocare con lo stesso spirito e con la stessa determinazione di oggi, e con il pubblico dalla nostra parte credo che potremo fare qualcosa di bello per tutti noi”. 

Il tecnico Marco Trespidi a fine gara: “Siamo stati molto forti nei momenti brutti della partita. Abbiamo cominciato male, soprattutto in difesa, molto contratti e impauriti. Un paio di decisioni arbitrali non proprio ortodosse ci hanno aumentato la pressione e abbiamo giocato con paura. Pian piano abbiamo trovato qualche gol, siamo stati un po’ ingenui in alcune situazioni difensive e abbiamo chiuso il primo tempo sotto di tre reti. Nel secondo tempo è cambiata la difesa, abbiamo concesso alla Macedonia appena sei gol. Abbiamo capito che era una partita che potevamo vincere, abbiamo preso coraggio. Prunster è stata sicuramente la migliore in campo, la difesa meglio nel secondo tempo e bene anche i molti cambi, che ci hanno permesso di tenere alta la lucidità. Abbiamo gestito bene la pressione. Questa squadra gioca sempre sotto pressione, le ragazze fanno del loro meglio e a volte anche di più. In alcune occasioni non è bastato, oggi invece sì. Siamo contenti di giocare sempre sotto pressione, perché quando le partite saranno decisive questo fattore potrà essere fondamentale”.

9 Ott | h 17:45
Fyr Macedonia – Italia 20-23 (p.t. 14-11)
Fyr Macedonia: Antic, Macevska 2, Sazdovski 3, Grozdanoska, Shteriova 2, Gjoergjievska 2, Despodovska 6, Gjeoergjievska 5, Zafirova, Keramicieva, Nikolosvka, Jovanovska, Ristovska 2, Livrinik, Ilkova 1, Mitrova 1. All: Risto Magdinchev
Italia: Prunster, Zanotto, Trombetta, Gheorghe 7, Del Balzo, Rotondo 1, Di Lisciandro, Cappellaro, Auer, Costa, Niederwieser 4, Cattaneo, Ettaqi 5, Napoletano 1, Fanton 5, Landri. All: Neven Hrupec
Arbitri: Igor Covalciuc (MDA) – Alexei Covalciuc (MDA)
Delegato EHF: Andrey Andreev (BUL)

La classifica aggiornata del Gruppo 3:

ITALIA 2 pti, Fyr Macedonia 0, Islanda 0

michelepio.pompilio@olimpiazzurra.com

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

foto figh.it

 

 

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top