Ciclismo su pista, Europei 2014: l’Italdonne è bronzo nell’inseguimento!

quartetto.jpg

Si aprono con una medaglia ambita e prestigiosa gli Europei di ciclismo su pista per l’Italia, in corso di svolgimento a Baie-Mahault (Guadalupa, Territorio d’Oltremare francese): il quartetto femminile ha infatti conquistato il bronzo nell’inseguimento a squadre.

Le ragazze di Dino Salvoldi iniziano così a raccogliere i frutti degli ultimi anni di intenso lavoro con una prestazione in crescendo: quinte nelle eliminatorie (4:48.119), hanno sfruttato al meglio il nuovo regolamento UCI facendo segnare il terzo tempo complessivo nelle semifinali (4:49.077), per poi avere ragione della Polonia nella finale per il bronzo (4:42.018 contro 4:43.857).

Il quartetto che ha conquistato la medaglia è formato dalla ventiseienne bresciana Simona Frapporti (Astana-BePink), dalla ventunenne friulana Beatrice Bartelloni (Wiggle-Honda), dalla trentenne vicentina Tatiana Guderzo (Alè-Cipollini-Galassia e Fiamme Azzurre) e dalla trentaduenne lecchese Silvia Valsecchi (Astana-BePink), ma nei turni precedenti avevano contribuito al risultato anche la ventunenne brianzola Maria Giulia Confalonieri (Estado de Mèxico-Faren) e la ventiduenne friulana Elena Cecchini (Estado de Mèxico Faren/Fiamme Azzurre), che pure aveva dovuto abbandonare, a causa di alcuni problemi fisici, dopo pochi giri della qualifica (la campionessa d’Italia avrà tuttavia modo di rifarsi già questa notte nella corsa a punti). L’oro è stato appannaggio della Gran Bretagna in 4:38.391 (Archibald-Barker-Horner-Trott) davanti alla Russia (Balabolina-Molicheva-Goncharova-Romanyuta), che ha chiuso in 4:45.364.

Da segnalare che le finali sono state trasmesse in diretta streaming su http://www.canal10.fr/ con un servizio di live-timing attivo su www.trackcyclingtiming.com. Nella notte, poi, Elena Cecchini ha conquistato il bronzo nella corsa a punti.

Foto: Twitter/Bettini

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

marco.regazzoni@olimpiazzurra.com

WEB TV

2 Replies to “Ciclismo su pista, Europei 2014: l’Italdonne è bronzo nell’inseguimento!”

  1. ale sandro ha detto:

    Tutto è bene quel che finisce bene, streaming compreso 🙂
    Ottima prestazione anche cronometrica delle azzurre che fa ben sperare per il prosieguo della stagione. A dimostrazione del fatto che in queste ultimissime stagioni ,solo lo scorso mondiale ci fu una vera controprestazione rispetto a ciò stavano dimostrando in tutte le categorie. Ora ci vuole costanza per queste 6 e per le altre anche più giovani,anche nel dedicarsi alla pista e lo diciamo da una vita. Personalmente spero che un talento importante ,anche se ormai dopo così tanti anni più stradista che pistard come la Guderzo ,possa restare nel giro azzurro anche per i vari raduni o collegiali. La qualificazione olimpica si potrebbe anche fare. Applauso anche per la Cecchini col bronzo nella corsa a punti, che spererei diventasse la titolare in questa gara, Bronzini permettendo in tutti i sensi (figurato e letterale).
    Per i maschi prestazione in linea con quello che è il loro valore attuale, siamo ancora distanti dai vertici e a meno di esplosioni immediate di talenti come Ganna su livelli più alti,il discorso Rio rimarrà una chimera.

    1. Marco Regazzoni ha detto:

      La Cecchini non so se continuerà l’esperienza nel quartetto, sicuramente andrà avanti nella corsa a punti al pari della Confalonieri. In ogni caso per l’inseguimento ci sono ricambi importanti come Fidanza, Maltese, Sperotto e Pattaro, plurititolate a livello giovanile; la Fidanza potenzialmente è una carta importante anche per l’omnium.

Lascia un commento

scroll to top