Pattinaggio di Figura, Nebelhorn Trophy 2014: conferma per Weaver/Poje, Russia sempre tra le migliori

Kaitlyn-Weaver-Andrew-Poje-foto-profilo-poje-pattinaggio-artistico.jpg

Week-end di fuoco al Neberlhorn Trophy, dove atleti di altissimo livello internazionale hanno presentato i loro nuovi programmi e hanno regalato grandi emozioni.

Nella danza Kaitlyn Weaver e Andrew Poje, come da pronostico, si collocano in vetta alla classifica con 165.32: i canadesi eseguono la trottola combinata solamente di livello due, ottimi invece i twizzles in entrambi i segmenti di gara. Molto vicini al duo, allenato da Pasquale Camerlengo, si posizionano con 163.73 gli americani, Madison Chock e Evan Bates, che realizzano il primo libero. Bronzo per i tedeschi Nelli Zhiganshina e Alexander Gazsi con 147.10.  Ai piedi del podio in rimonta, gli statunitensi Kaitlin Hawayek e Jean-Luc Baker. Undicesimi gli italiani Lauri Bonacorsi e Francesco Fioretti.

Conferma a stelle e strisce tra gli uomini: Jason Brown, nonostante non abbia presentato nessun quadruplo, è riuscito a vincere con 237.17, grazie a due programmi puliti. Michal Brezina arriva invece secondo con 228.48: il ceco ha sporcato entrambi i segmenti di gara con imprecisioni sul quadruplo salchow, su cui è anche caduto nel libero. Il russo Konstantin Menshov invece si classifica terzo con 211.03. Ivan Righini raggiunge l’ottava posizione: l’unico azzurro presente in gara prova a portare a termine il quadruplo toeloop, ma a causa di una caduta rimane sotto-ruotato.

Podio quasi tutto russo tra le coppie di artistico: vittoria per Yuko Kawaguti e Alexander Smirnov con 195.89. Da notare il ritorno alle gare con vittoria, dopo un grave infortunio, del duo allenato da Tamara Moskvina che è riuscito a presentare un corto pressoché pulito e un lungo con qualche errore, ma anche con tante difficoltà tecniche, tra cui quadruplo salchow lanciato e la sequenza triplo- triplo. Argento per i connazionali Evgenia Tarasova e Vladimir Morozov con 178,98 e bronzo per gli americani Alexa Scimeca e Chris Knierim 164,56.

Continua il dominio russo anche tra le donne. In grande rispolvero Elizaveta Tuktamisheva, che dopo un anno di grande difficoltà, è tornata a vincere con sicurezza e con decisamente un buon punteggio di 192.65: l’atleta classe 1996 ha presentato ottimi salti, tra cui la combinazione triplo-triplo e il triplo lutz. Seconda una “ritrovata” Alena Leonova con 186.71, autrice di due buoni programmi. Gracie Gold si posiziona terza con 182.31, a causa di una caduta sul triplo lutz all’inizio del corto.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

eleonora.baroni@olimpiazzurra.com

Foto: profilo Andrew Poje

 

 

Lascia un commento

Top