Vuelta 2013: Mollema si inventa finisseur, Pozzovivo perde terreno

oa-logo-correlati.png

La Vuelta 2013 riparte con la diciassettesima tappa dopo l’ultimo giorno di riposo e lo fa portandosi a Burgos: l’olandese Bauke Mollema (Belkin) si impone con una sorprendente azione da finisseur all’ultimo chilometro.

Un paio di atleti tentano la fortuna con un’azione a lunga gittata: si tratta di Francisco Javier Aramendia, passista navarro della Caja Rural, e dell’australiano Adam Hansen (Lotto), stakanovista che punta anche a quest’anno a completare i tre grandi giri. Nelle prime fasi la Lampre-Merida e successivamente le altre squadre dei velocisti non lasciano mai un margine eccessivo a questa coppia, pur senza tirare ad una velocità esagitata (d’altronde, il programma delle prossime giornate spaventa tanti): a 25 km dall’arrivo c’è anche il tempo per qualche ventaglio, con Fabian Cancellara in prima fila per il capitano Horner, ma Nibali non si fa sorprendere. Tra le vittime eccellenti di questa azione, il lucano Domenico Pozzovivo-che alla fine pagherà 1’30” , oltre ai due fuggitivi; sullo strappo del Castillo, a 8 km dalla conclusione, Diego Ulissi tenta un’azione solitaria, ma ciò che rimane del gruppo si riporta prontamente sul toscano. La sorpresa, tuttavia, arriva all’ultimo chilometro: non c’è volata neanche quest’oggi, perché Bauke Mollema si inventa finisseur e conserva quel minimo margine necessario a centrare la seconda vittoria stagionale dopo la tappa di Crans Montana al Giro di Svizzera; seconda piazza per Edvald Boasson Hagen, quindi Maximiliano Richeze. Settimo Luca Paolini, quest’oggi miglior azzurro.

Domani inizia l’ultimo trittico di fuoco, che deciderà le posizioni di vertice nella classifica finale: nella prima parte di giornata si affronteranno tre GPM di terza e uno di seconda categoria per “scaldare le gambe” prima dell’arrivo in quota a Peña Cabarga, 5.9 km al 9.2% con punte al 20%.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

marco.regazzoni@olimpiazzurra.com

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top