Road to Sochi: bob e skeleton tra Vipiteno e Novarello

oa-logo-correlati.png

Non si ferma la road to Sochi azzurra per nessuna delle discipline invernali. I bobbisti sono infatti impegnati fino a domani a Vipiteno per allenamenti di spinta, dove agli ordini del dt Antonio Tartaglia stanno lavorando Patrick Baumgartner, Alessandro Grande, Alessandro Zucchini, Diego Benedetti, Lukas Gschnitzer, Danilo Zanarotto, Giorgio Berdini, Federico Comel, Simone Bertazzo, Francesco Costa, Simone Fontana, Costantino Ughi, William Frullani, Nazzareno Di Marco, Samuele Romanini, Luca Pagin, Serena Capponcelli e Martina Schiavon.

Fase intensa anche per lo skeleton, come riporta il sito Fisi: fino a lunedì 9 settembre è in programma un periodo di lavoro nel centro sportivo di Novarello, dove sono presenti un Maurizio Oioli finalmente ristabilito dal fastidioso problema che lo aveva condizionato sul finire della scorsa stagione, Giovanni Mulassano, Mattia Gaspari, Marco Zoccolan e Giulia Carpin.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

marco.regazzoni@olimpiazzurra.com

3 thoughts on “Road to Sochi: bob e skeleton tra Vipiteno e Novarello”

  1. Federico Militello scrive:

    Luca, gli allenatori stanno facendo tantissimi test sulle slitte, ma purtroppo non abbiamo più piste in Italia, quindi i primi riscontri li avremo solo ad ottobre nei test di Lillehammer.

    1. Luca46 scrive:

      E’ un grosso problema quello delle piste. Avevamo il gioiello di Cesana ed è stata abbandonata al suo destino. Per il valore del movimento azzurro dovremmo avere almeno due piste. Una poteva essere Cesana e un altra magari in Trentino. Io penso che anche la federazione internazionale abbia una parte di colpa perchè per lo sviluppo di questo sport non avere una pista in Italia ed un evento da ospitare è una grave mancanza. Un aiuto qua, uno la, un po’ di sforzi e Cesana poteva restare in vita.

  2. Luca46 scrive:

    La spinta è sicuramente importante ma a mio avviso nell’ultima stagione sono mancate la conoscenza nel settare i materiali ed il feeling con gli stessi frutto probabilmente di uno scarso lavoro in pista. Sicuramente non avere piste nostre pesa su questo fattore.
    Sai per caso se stanno facendo dei lavori particolari in tal senso? (sviluppo e setting materiali)

Lascia un commento

Top