Lotta, Mondiali: la Corea del Nord vince il derby nella greco-romana. Oggi Timoncini

oa-logo-correlati.png

Nella giornata di ieri, i Campionati Mondiali di lotta, in corso di svolgimento a Budapest (Ungheria), hanno visto l’epilogo del programma della lotta libera femminile e l’inizio di quello della lotta greco-romana.

Nella categoria -67 kg, l’ucraina Alina Makhyna Stadnik si è aggiudicata il titolo iridato battendo in finale la canadese Stacie Anaka. Il podio è stato completato dalla mongola Nasanburmaa Ochirbat e dalla giapponese Sara Dosho, che offre l’ennesima medaglia alla spedizione nipponica. L’azzurra Dalma Caneva si è arresa al primo turno al cospetto della lettone Laura Skujiņa.

La lotta libera femminile si è chiusa con l’assegnazione del titolo delle -72 kg, finito nelle mani della cinese Zhang Feng-Liu, che si è imposta in finale contro la russa Natalia Vorobeva. Le medaglie di bronzo sono andate alla statunitense Adeline Maria Gray ed alla mongola Burmaa Ochirbat.

Ieri è iniziato, come detto, anche lo spettacolo della lotta greco-romana, che ha assegnato il suo primo titolo, quello dei -55 kg. Il nordcoreano Yun Won-Chol, 24 anni, ha ottenuto la medaglia d’oro, sconfiggendo nell’atto conclusivo proprio il rappresentante della Corea del Sud, Choi Gyu-Jin, che ripete così l’argento di Mosca 2010. Sul terzo gradino del podio sono saliti l’ungherese Péter Módos, già bronzo olimpico a Londra e campione europeo nel 2006, e l’armeno Roman Amoyan, che ottiene la sua terza medaglia mondiale in carriera.

Nel programma di oggi è previsto anche il torneo dei -96 kg, con Daigoro Timoncini che affronterà al primo turno il russo Nikita Melnikov.

RISULTATI DEI MONDIALI DI LOTTA: DAY 1DAY 2DAY 3DAY 4

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

scroll to top