Europei basket 2013: tris azzurro e oggi con la Grecia per il primato

oa-logo-correlati.png

Arriva la terza vittoria consecutiva per l”Italia agli Europei di basket 2013. Forse la partita meno spettacolare di quelle finora giocate dalla nostra nazionale, che è stata ancora una volta superlativa in fase difensiva, concedendo solamente 44punti ai propri avversari. Un successo maturato nella ripresa, quando gli azzurri hanno trovato l’allungo decisivo e che permette all’Italia di comandare il gironeD insieme alla Grecia, avversario di questo pomeriggio in una sfida che vale il primato del girone e che può cambiare di molto il cammino di una o dell’altra squadra nella seconda fase. La qualificazione comunque non è ancora certa, anche se appare probabilissima, perchè il successo della Svezia di ieri con la Russia lascia ancora aperto per gli scandinavi un lumicino di speranza dovuto ad un possibile arrivo a tre con noi e i finlandesi, dove si valuterebbe poi la differenza canestri.

Sono molto orgoglioso dei miei giocatori – commenta il CT Simone Pianigiani – perché stasera non è stato facile vincere. Anche tirando con medie diverse dalle altre serate abbiamo comunque dimostrato una forza mentale davvero importante mettendo tutto sul campo con grande sacrificio e costringendo la Finlandia a segnare 9, 8 e 10 punti nel secondo, terzo e ultimo quarto. Oggi serviva una prova mentale particolare per giocare una pallacanestro differente da quella messa in campo contro Russia e Turchia. Sapevamo che avrebbero deciso loro il ritmo e l’abbiamo preparata in modo diverso. Pensavo di segnare di più ma in difesa i ragazzi sono stati eccezionali e pronti a cambiare pelle”. 

Proprio l’ultima frase del nostro tecnico (“pronti a cambiare pelle”) è uno dei fattori che ha portato l’Italia ad essere in questa posizione di classifica. Gli azzurri hanno saputo adattarsi perfettamente alle caratteristiche di Russia,Turchia e Finlandia. Come abbiamo sempre detto noi le partite le vinciamo sempre in difesa e ieri ne è stata l’ultima dimostrazione. L’attacco non ha funzionato (19/45 da due e 4/12 da tre), con i nostri tiratori in grande difficoltà, soprattutto Belinelli autore di un disastro 2/13 dal campo, ma l’aver concesso pochissimi punti ai nostri avversari alla fine è risultato decisivo.

Come detto l’avversario di questo pomeriggio, la Grecia (diretta Rai Sport1 ore 17.45) è una delle quattro squadre a punteggio pieno insieme a noi di tutto l’Europeo (le altre sono Ucraina e Slovenia) ed è sicuramente l’ostacolo più difficile da superare per gli azzurri nel girone. La formazione di Andrea Trinchieri è una delle più complete di tutta la manifestazione ed è una delle favorite per salire sul podio e lottare anche per la vittoria finale. Come atteggiamento gli azzurri dovranno assumere quello avuto con la Turchia nel secondo match, visto che la Grecia dal punto di vista fisico ci è nettamente superiore e ha trovato per ora un Iannis Bourousis davvero impressionante: l’ex centro dell’Olimpia Milano è il miglior marcatore della squadra con oltre dodici punti di media.
Un successo quest’oggi, però, cambierebbe completamente le ambizioni della nostra nazionale, che a quel punto si presenterebbe alla seconda fase a punteggio pieno e con chiarissime ambizioni di raggiungere i quarti e provare ad ottenere un risultato al di sopra di ogni aspettativa.

 

andrea.ziglio@olimpiazzurra.com

foto tratta da fibaeurope.com

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

 

Lascia un commento

Top