Europei basket 2013: oggi c’è la Spagna, ma si pensa già ai quarti

oa-logo-correlati.png

Italia già qualificata ai quarti di finale, Spagna che deve ancora lottare per entrare tra le prime otto. Sembrava incredibile tutto ciò ad inizio Europeo, ma la splendida cavalcata degli azzurri nella prima fase ci ha permesso, anche con l’aiuto di alcuni risultati favorevoli, di staccare il biglietto per le prime otto con un turno di anticipo. Il match di oggi potrebbe, però, anche risultare del tutto ininfluente per il discorso qualificazione, visto che si conoscerà già l’esito della sfida tra Grecia e Croazia (se vincono i croati, Spagna ai quarti).

Quest’oggi il nostro ct potrebbe far rifiatare, come è accaduto già con la Svezia nella prima fase, coloro che hanno giocato di più e quindi potrebbe essere il turno di giocatori come Poeta, Rosselli, Magro, Vitali, che hanno visto il campo davvero per pochissimi minuti. Questo non significa assolutamente sottovalutare l’impegno odierno, ma è normale che con la qualificazione già in tasca un possibile turnover per recuperare energie fondamentali in vista degli scontri ad eliminazione diretta.

Simone Pianigiani, in conferenza stampa, ha voluto rimarcare comunque i meriti degli azzurri nel qualificarsi ai quarti:Ci tengo a fare i complimenti ai miei giocatori perché essere tra le primissime squadre del Continente è un sogno a cui prima nessuno poteva pensare legittimamente e chi è intellettualmente onesto lo sa. Siamo entrati dalla porta principale e non perché qualcuno ci ha fatto un regalo. Qui si compete per andare avanti, come ha fatto la Slovenia giocando per vincere ieri contro la Grecia. Noi siamo qui perché abbiamo battuto Russia, Turchia, la stessa Grecia e la Finlandia nel suo momento migliore. Queste due sconfitte, paradossalmente, testimoniano ancora di più ciò che abbiamo fatto nella prima fase; quasi nessuno dei nostri ragazzi ha giocato in contesti particolari come quelli che abbiamo trovato contro Slovenia e Croazia, partite paragonabili a playoff di Eurolega. Una squadra come la Grecia è andata sotto di quasi 30 punti ieri sera nello stesso contesto in cui noi siamo stati in partita fino a mezzo minuto dalla fine. E’ più dura giocare qui rispetto al campionato italiano e noi vogliamo imparare e migliorare, anche se essere tra le prime 8 d’Europa significa aver superato i nostri limiti”

 

La Spagna ha brillato a corrente alternata in questa edizione e le sconfitte con Grecia e Slovenia sono campanelli d’allarme per le ambizioni della selezione iberica. La sensazione è quella di una dipendenza totale dalla presenza in campo di Marc Gasol, unico spagnolo capace di spostare gli equilibri sotto canestro. Il migliore in termini di punti resta Rudy Fernandez, con dodici punti di media a partita, mentre ci si aspetta molto dai piccoli, Rubio e Llull su tutti.

Il nostro ct si sofferma anche sull’avversario odierno: “Dobbiamo aspettarci un livello di intensità altissimo soprattutto se per loro la partita vale per la qualificazione. Gli spagnoli hanno grande talento diffuso negli esterni e Marc Gasol, il miglior centro dell’Europeo, è un giocatore determinante, capace di fare gioco per sé e per i compagni. Negli ultimi anni la Spagna ha dato il via a grandi cambiamenti; c’è rispetto per loro ma proveremo ancora una volta ad andare oltre i nostri limiti”

 

Il roster della Spagna

4 Aguilar Pablo (’89, 202, PF, Valencia – SPA)
5 Fernandez Rudy (’85, 195, F, Real Madrid – SPA)
6 Rodriguez Sergio (’86, 190, PG, Real Madrid – SPA)
7 Rey Xavier (’87, 210, C, Gran Canaria – SPA)
8 Calderon Josè (’81, 192, PG, Dallas Mavericks – USA)
9 Rubio Ricky (’90, 193, PG, Minnesota Timberwolves – USA)
10 Claver Victor (’88, 205, PF, Portland Trailblazers – USA)
11 San Emeterio Fernando (’84, 199, F, Laboral Kutxa – SPA)
12 Llull Sergio (’87, 191, PG, Real Madrid – SPA)
13 Gasol Marc (’85, 215, C, Memphis Grizzlies – USA)
14 Gabriel German (’80, 207, C, Bilbao – SPA)
15 Mumbru Alex (’79, 202, F, Bilbao – SPA)
Coach: Juan Orenga

La classifica del Girone F
Slovenia 7 (3/1)
Croazia 7 (3/1)
Spagna 6 (2/2)
Italia 6 (2/2)
Grecia 5 (1/3)
Finlandia 5 (1/3)

 

Il match verrà trasmesso in diretta da Rai Sport 1 alle ore 17.45

 

andrea.ziglio@olimpiazzurra.com

foto tratta da fibaeurope.com

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Tag

Lascia un commento

Top