Europei basket 2013: numeri e statistiche dopo la seconda fase

oa-logo-correlati.png

Scattano oggi con Serbia-Spagna e Slovenia-Francia i quarti di finale degli Europei di basket. Un programma che si concluderà domani con la sfida tra Croazia-Ucraina e quella che coinvolge la nostra Italia contro la Lituania. La manifestazione entra dunque nel vivo con la fase ad eliminazione diretta e con l’obiettivo sia della vittoria finale, ma anche della qualificazione ai Mondiali, che si disputeranno l’anno prossimo in Spagna. Per ora ci sono state molte sorprese, come la presenza degli azzurri e degli ucraini ai quarti e l’eliminazione precoce di nazionali come Turchia e Russia (prima fase) o della Grecia (seconda fase).

Andiamo ora ad analizzare numeri e statistiche di questo Europeo, dopo il termine della seconda fase:

21.2: la media punti del miglior marcatore dell’Europeo. Si tratta dello svedese Jeffery Taylor. Non è bastata la guardia di origine americana agli scandinavi per superare la prima fase, ma resta comunque la bella vittoria con la Russia.

17.5: la media punti di Bojan Bogdanovic, il miglior marcatore delle squadre rimaste ancora in corsa. La stella croata ha trascinato la propria nazionale al primo posto nella seconda fase ed ora la Croazia affronterà da favorita nei quarti l’Ucraina.

14.6: è la media punti di Alessandro Gentile, il migliore tra gli azzurri. Il neo capitano dell’Olimpia Milano ha realizzato in questo Europeo un massimo di 25 punti nell’ultima sfida con la Spagna e nelle statistiche pesa lo zero con la Croazia. Dietro di lui ci sono Marco Belinelli (14.1) e Gigi Datome (14,0).

53,2%: la percentuale dal campo di Tony Parker, play e stella della Francia, che fino ad ora ha comunque brillato ad intermittenza. Il giocatore dei San Antonio Spurs è secondo in questa speciale classifica, perchè al primo posto c’è Jan Vesely con un percentuale del 58,7%, ma la sua Repubblica Ceca ha salutato l’Europeo già nella prima fase.

70,0%: percentuale mostruosa per il tedesco Niels Giffey dall’arco dei tre punti, ma ciò non è bastato alla Germania per accedere alla seconda fase, nonostante il prestigioso successo all’esordio con la Francia. Delle squadre che restano in corsa, il migliore è lo sloveno Domen Lorbek con una percentuale del 58,3.

92,6%: la straordinaria percentuale di Alessandro Gentile dalla lunetta. Per ora l’azzurro è il migliore e ha sbagliato solo due tiri liberi sui 27 tentati. Freddo e glaciale anche nei secondi finali, come nel supplementare con la Spagna.

11,2: la media dei rimbalzi totale di Jan Vesely. La stella della Repubblica Ceca ha sicuramente disputato un ottimo Europeo, ma come detto i sogni di accedere alla seconda fase per la sua nazionale di sono infranti contro la Croazia di Ante Tomic, il miglior rimbalzista ancora in corsa con una media di 8,4

44: gli assist di Mantas Kalnietis, numero uno in questa speciale classifica. Il play lituano sarà uno dei pericoli maggiori per l’Italia nei quarti di finale.

79,0: la media punti della Francia, la migliore di tutto l’Europeo. I transalpini scenderanno in campo questa sera per il loro quarto di finale con la Slovenia.

77,8: la media, invece, dell’Italia, che si trova al quarto posto dietro a Grecia e Germania. Quindi gli azzurri sarebbero la seconda miglior squadra in termini di punti rimasta ancora in corsa per la vittoria dell’Europeo.

61,3: la media dei punti subiti dalla Spagna in tutto l’Europeo. E’ delle Furie Rosse la miglior difesa di questa manifestazione. Avere uno come Marc Gasol aiuta di certo.

 

andrea.ziglio@olimpiazzurra.com

foto tratta da fibaeurope.com

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

 

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top