Champions League: Napoli a caccia dell’impresa, il Milan ospita il Celtic

oa-logo-correlati.png

Non è iniziata nel migliore dei modi l’avventura delle italiane in Champions League. La Juventus, infatti, non è andata oltre l’1-1 sul campo del Copenaghen, al termine di un primo tempo sofferto e di una ripresa dominata nella quale i bianconeri si sono inchinati soltanto davanti ai miracoli del portiere rivale. Stasera, però, si volta pagina: tocca a Napoli e Milan, entrambi impegnati in sfide casalinghe. Le due compagini, ironia della sorte, si incontreranno domenica sera in campionato.

Ma torniamo alla Champions. I partenopei, primi in Serie A e gasati dall’arrivo di Benitez, Higuain e Callejon, trovano sul proprio sentiero il Borussia Dortmund vice campione in carica. E’ cambiata poco la rosa dei tedeschi, in vetta in Bundesliga: la partenza di Gotze è stata ripagata dal duo Aubameyang-Mkhitaryan e i due nuovi arrivati non stanno facendo rimpiangere il neo bavarese. Servirà tutto il calore e tutta la spinta del San Paolo a Hamsik e compagni per giocare ad armi pari contro una formazione sulla carta superiore. E soprattutto bisognerà mantenere la massima concentrazione in difesa dal primo all’ultimo minuto: la fase offensiva del Borussia è collaudata e devastante, Raul Albiol e Cannavaro possono ancora migliorare. Lewandowski sarà un esaminatore perfetto, ma in ballo ci sono tre punti fondamentali per l’evolversi del girone.

A San Siro, invece, un Milan incerottato ospita il Celtic. Gli scozzesi sembrano lontani parenti della squadra che l’anno scorso si qualificò per gli ottavi di finale superando anche il Barcellona nei gironi: nei preliminari, infatti, il gol vittoria contro i kazaki dello Shakther è arrivato solo in pieno recupero. Massimiliano Allegri, però, deve fare i conti con le assenze di Abate, De Sciglio, Montolivo, Poli, Kakà ed El Shaarawy. Aggiungendo Niang indisponibile perché non inserito nella lista Uefa, la formazione è obbligata con un puro 4-4-2 di contenimento o con Birsa trequartista nel 4-3-1-2, marchio di fabbrica del livornese. Davanti agiranno Matri e Balotelli: ai due azzurri il compito di allontanare a suon di gol le critiche post Torino.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

 

francesco.caligaris@olimpiazzurra.com

Twitter: @FCaligaris

Lascia un commento

scroll to top