Champions League: Copenaghen-Juventus 1-1, le pagelle dei bianconeri

oa-logo-correlati.png

La Juventus non va oltre il pareggio all’esordio in Champions League contro il Copenaghen. Al gol di Jorgensen nel primo tempo risponde Quagliarella nella ripresa: l’assalto finale bianconero, però, è sterile e il match termina 1-1. Di seguito le pagelle della Vecchia Signora:

 

Buffon, 6: incolpevole nel gol subito, per il resto non è chiamato ad interventi difficili.

Chiellini, 5.5: non perfetto sabato contro Icardi, non perfetto anche stasera nell’azione del vantaggio danese.

Ogbonna, 6: il migliore della retroguardia bianconera, ha la giusta personalità per conquistare la maglia da titolare nell’undici di Antonio Conte.

Bonucci, 5.5: qualche errore di troppo soprattutto all’inizio, ha le maggiori colpe nell’occasione del gol di Jorgensen.

Lichtsteiner, 6: spinta costante in fase offensiva, un po’ meno attento in copertura. Dall’86’ Isla, s.v..

Vidal, 6: solito cuore immenso, prova a scardinare la retroguardia del Copenaghen ma è meno preciso del solito e sbatte contro un super Wiland.

Pirlo, 6: direttore d’orchestra di una Juve che fatica nel primo tempo e domina nella ripresa. Batte una quantità pazzesca di corner, ma l’1-2 non arriva.

Pogba, 6.5: conferma le qualità mostrate l’anno scorso e ad inizio stagione, sfiora più volte il gol della vittoria ma questa sera è sfortunato.

Peluso, 6: inizia in sordina, ma cresce alla distanza con numerosi cross dalla fascia sinistra. E da uno di questi nasce il pareggio di Quagliarella. Dal 73′ De Ceglie, s.v..

Quagliarella, 6.5: uomo di coppa. Sua la rete del 2-2 l’anno scorso contro il Chelsea, sua anche la zampata che portò in vantaggio i bianconeri al ritorno in casa contro gli allora campioni d’Europa. E suo anche il gol per il pareggio di oggi, con una traversa pochi istanti dopo a dire di no alla doppietta personale. Messaggio per Conte: in attacco c’è anche lui. Dal 77′ Giovinco, 6: gettato nella mischia nel finale, ci prova fino all’ultimo.

Tevez, 6: sempre nel cuore del gioco, si crea pressoché da solo le azioni da gol ma sono troppi gli errori sottoporta per l’Apache.

Conte, 5.5: la squadra sbaglia l’atteggiamento nel primo tempo, ci prova nella ripresa ma il punto finale sa molto di sconfitta.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

 

francesco.caligaris@olimpiazzurra.com

Twitter: @FCaligaris

Foto da: REUTERS/Eddie Keogh

Tag

Lascia un commento

Top