Vuelta 2013: a Peyragudes termina il classico tappone pirenaico

oa-logo-correlati.png

Altra tappa da circoletto rosso è certamente la quindicesima, in programma domenica 8 settembre, con partenza da Andorra e arrivo a Peyragudes dopo 225 km. Il percorso, che prevede ben 4 gran premi della montagna di prima categoria, è il più classico dei tapponi pirenaici. Dopo solo 7 km inizia l’ascesa verso il Puerto del Canto: sebbene la salita duri più di 20 km le pendenze non sono proibitive. La discesa e il tratto in falsopiano porteranno il gruppo a Escalò, dove comincerà la seconda scalata di giornata verso il Puerto de la Bonaigua, lunga 20 km. La discesa, molto pedalabile, sdoganerà i corridori in territorio francese, per l’inizio del Col du Port de Bales, 19 km di salita al 6.3 % di media e punte all’11%. Non è finita qui, perchè manca ancora l’ascesa verso il Col de Peyresurde, 15 km di ascesa media del 6% con tratti al 10%. Breve discesa e arrivo in salita a Peyragudes.

Le salite, sebbene numerose, non presentano pendenze proibitive. Il peso di due settimane di corsa movimentate potrebbe però farsi sentire nelle gambe dei corridori. Chi vorrà cercare di rischivere la classifica generale dovrà rendersi protagonista in prima persona. Lo scorso anno al Tour con un arrivo identico si impose lo spagnolo Valverde dopo una lunga fuga.

Clicca qui per entrare nel gruppo Olimpiazzurra, oppure qui per vedere la nostra pagina.

nicolo.persico@olimpiazzurra.com

@nvpersie7

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top