Coppa Agostoni: il ritorno di Pozzato

oa-logo-correlati.png

Immancabile classica del calendario italiano, la Coppa Agostoni apre il Trittico Lombardo e viene timbrata da un nome importante come Filippo Pozzato, in cerca di segnali in vista del Mondiale di Firenze.

Dopo una prima parte di giornata tranquilla, la corsa si accende sul Colle Brianza, secondo dei quattro GPM in programma, con uno scatto deciso di Fabio Aru: l’atleta dell’Astana va a riprendere i fuggitivi e si porta al comando in compagnia di un plotoncino, con il quale affronta anche l’ascesa di Giovenzana, comprendente tra gli altri il trentino Patrick Facchini (Androni Giocattoli), il mai domo Davide Rebellin (CCC), il toscano Davide Mucelli (Ceramica Flaminia) e il veronese Edoardo Zardini (Bardiani). Aru tenta di fare ulteriore selezione sullo storico Lissolo, senza però riuscire nel suo intento, pur dimostrando una facilità di pedalata tale da confermare una volta di più il suo grande talento; tuttavia, quando la vittoria sembra essere un affare tra gli otto uomini al comando, un gruppo più ampio trainato dai Lampre e dai Vini Fantini rientra sulla testa della corsa, riprendendo Facchini e Mucelli, ultimi ad arrendersi, già all’ultimo chilometro. Si arriva in volata e la spunta Pozzato: il vicentino della Lampre torna al successo dopo il Trofeo Laigueglia di inizio stagione, pur rischiando, negli ultimissimi metri, di farsi beffare da Simone Ponzi (Astana). Completa il podio il ventiseienne di San Miniato Marco Zamparella (Utensilnord).

Domani, a Legnano, si disputerà la Coppa Bernocchi; il Trittico Lombardo si completerà poi venerdì con la Tre Valli Varesine.

Seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro gruppo

foto tratta da dotcycle.it

marco.regazzoni@olimpiazzurra.com

Tag

Lascia un commento

Top