Volley, Grand Prix: Italia, vai col tris! Stesa la Germania

oa-logo-correlati.png

Nuova schiacciante vittoria dell’Italia nel terzo incontro del primo weekend del Grand Prix. Le ragazze di Marco Mencarelli sconfiggono la Germania con un ottimo 3-1 (25-23; 25-20; 24-26; 25-20) e se ne vanno via dalla fornace di Montichiari con 9 punti, tre vittorie su tre perdendo un solo set: il migliore inizio possibile per questa competizione itinerante.

 

Due i momenti clou dell’incontro. Nel primo set le teutoniche erano scappate sul 10-2, ma a quel punto una grandissima reazione di Guiggi e compagne riporta il conto in parità a 14: la lotta punto a punto della seconda parte, premia le nostre ragazze che chiudono i conti proprio con un murone della capitana. Nel terzo parziale, invece, le azzurre hanno avuto due match point ma poi hanno subito quattro punti consecutivi e sono state trascinate al quarto set. Questa volta, però, le ragazze sono aggressive e chiudono senza problemi.

 

Il sestetto sceso in campo era diverso rispetto a quelli di venerdì (contro l’Argentina) e di ieri (contro il Kazakhstan). Subito in campo Caterina Bosetti che si è espressa bene di banda, specialmente con una serie di palloni in diagonale.

Top scorer una scatenata Carolina Costagrande che ha giganteggiato con 21 punti (addirittura 5 muroni): a lei l’onore di chiudere la contesa. Non brilla Valentina Diouf che probabilmente accusa un leggero calo di forma: la milanese, però, si fa apprezzare al servizio e per la sua consueta intensità.

Martina Guiggi è ormai entrata in pieno nel ruolo di capitana e sa muoversi in campo come vera numero 1 di squadra. Apprezzabile Valentina Arrighetti per presenza sottorete.

Noemi Signorile si conferma ordinata e ha ottime visioni di gioco. Sorpresa Sorokaite che, pur giocando solo alcuni scambi nel primo e nel quarto set, riesce a realizzare addirittura sei punti (tre attacchi, tre muri).

 

Nel prossimo weekend difficilissima trasferta in Russia dove le azzurre giocheranno contro le padrone di casa, Cuba e la Thailandia.

Lascia un commento

Top