Basket: un Europeo con tante assenze eccellenti

oa-logo-correlati.png

L’inizio dell’Europeo di basket si avvicina sempre di più e mai come quest’anno la massima manifestazione continentale sarà ricca di numerose assenze eccellenti. Infatti non solo l’Italia farà a meno di alcuni dei suoi giocatori importanti, ma anche tante altre nazionali hanno dovuto lasciare a casa alcuni dei loro più grandi campioni.

Come ben sappiamo il nostro ct Simone Pianigiani ha dovuto rinunciare fin da subito a Danilo Gallinari e nelle prime fasi di preparazione anche a Daniel Hackett e ad Achille Polonara, mentre qualche settimana fa è arrivata l’ultima mazzata per i colori azzurri, con la polmonite presa da Andrea Bargnani e che ha costretto il romano a dire addio all’Eurobasket 2013.

Come parziale consolazione possiamo notare che anche il nostro primo avversario in Slovenia, la Russia, non ha tra i convocati due giocatori che hanno fatto la storia del basket russo negli ultimi anni. Il primo è sicuramente il più famoso e conosciuto ed è Andrei Kirilenko, che sembra aver posto la parola fine sul capitolo nazionale, mentre il secondo è Viktor Khryapa, ala grande del CSKA Mosca. Sarà assente anche Sasha Kaun, ma per motivi personali. Sarà quindi un gruppo giovane quello di Fotis Katsikaris, che ha ereditato la squadra da David Blatt dopo il bronzo alle Olimpiadi di Londra.

Anche la Francia perde uno dei suoi pezzi più pregiati, Joakim Noah aveva da tempo detto che non ci sarebbe stato all’Europeo per problemi fisici, mentre per scelta tecnica spicca l’esclusione tra i dodici anche di Evan Fournier, compagno di squadra ai Denver Nuggets di Danilo Gallinari. I transalpini, che sono tra i favoriti per la vittoria finale, possono contare sulla presenza di Tony Parker e hanno avuto il privilegio di lasciare a casa molti giocatori della NBA: Kevin Seraphin, Johan Petro, Ian Mahinmi, Rodrigue Beaubois e Mickael Pietrus. Un lusso che fa capire la forza della squadra del ct Vincent Collet.

Rivoluzione anche per la Spagna, campione in carica, del nuovo ct Juan Antonio Orenga. Infatti sarà un gruppo molto giovane quello delle Furie Rosse, che sarà privo di alcuni dei grandi protagonisti dei successi iberici degli ultimi dieci anni: JC Navarro, Pau Gasol, Serge Ibaka, Felipe Reyes, Nikola Mirotic e Fran Vasquez. Da segnalare come le non convocazioni di Mirotic e Ibaka abbiano suscitato numerose polemiche in Spagna, visto che il primo ha rifiutato perchè stanco, mentre il secondo per un probabile infortunio alla caviglia, che, secondo i più maliziosi, nasconderebbe il no imposto dagli Oklahoma City Thunder al loro lungo.

Anche tra le fila della Lituania mancheranno alcune vecchie conoscenze del basket europeo come Jasikevicius, Kaukenas e Songaila, mentre Jankunas non ci sarà per problemi fisici.

 

andrea.ziglio@olimpiazzurra.com

foto tratta da sfgate.com

Lascia un commento

Top