Basket femminile,Italia: un Europeo che fa ben sperare per il futuro


Ci è sfuggita di nuovo la qualificazione al Mondiale, ma questa volta il rammarico e i rimpianti sono davvero tanti e tutti giustificabili, perchè la nostra nazionale ha davvero sfiorato l’accesso alla rassegna iridata e avrebbe meritato senza il minimo dubbio un piazzamento tra le migliori sei dell’Europeo, posizione che permetteva di volar in Turchia l’anno prossimo. Negli occhi e nella testa delle azzurre forse ci sono ancora gli ultimi minuti di quell’incredibile quarto di finale con la Seria, dove l’Italia si era trovata avanti di cinque punti a due minuti dal termine. Purtroppo un pizzico di inesperienza e anche di sfortuna ci hanno condannato e questa grande delusione l’abbiamo pagata anche nello scontro decisivo con la Repubblica Ceca, dove un terribile inizio di primo quarto ci ha praticamente condannato.

Resta comunque un’esperienza strordinaria e molto positiva per il gruppo di Roberto Ricchini, composto per la maggior parte da ragazze molto giovani e che erano alla prima esperienza in un Campionato europeo. L’obiettivo iniziale era quello di superare la prima fase, ma la squadra ha addirittura fatto molto meglio, andando a sfiorare come detto i Mondiali. Il progetto tecnico di questa nazionale è ben avviato, perchè le nostre giovani, su tutte una meravigliosa e straordinaria Francesca Dotto, hanno dimostrato di poter già essere ora competitive su questi palcoscenici e che dal prossimo Europeo potremo lottare per un piazzamento anche in semifinale, cercando anche la qualificazione per le Olimpiadi di Rio 2016, che ora diventa il principale obiettivo in questo triennio.

Un’Italia che nei prossimi anni si affiderà  assolutamente al talento di Giorgia Sottana, protagonista di un Europeo che ha consacrato la veneta come una delle principali stelle del panorama cestistico continentale. La giocatrice della Famila Schio è stata la migliore in assoluto per prestazione e punti tra le azzurre e ha quasi portato l’Italia a festeggiare la qualificazione ad un Mondiale, che ormai manca dal 1994.

Una caratteristica che ci ha emozionato di questa squadra è stato il cuore e la voglia di non mollare che le azzurre hanno messo in ogni partita. Più volte nel corso del torneo abbiamo assistito a grandi rimonte da parte delle azzurre e anche nell’ultima sfida con la Repubblica Ceca, Sottana e compane erano riuscite nell’impresa di recuperare uno svantaggio di quindici punti, prima di crollare fisicamente e mentalmente nel finale.

In Italia il basket femminile sta crescendo molto, perchè oltre alle ottime cose fatte dalla nazionale maggiore, ci sono anche i buoni risultati raccolti dalle giovanili, dove stanno vennedo fuori giocatrici di grandissimo talento, vedi Cecilia Zandalasini. Adesso la speranza è quella di avere un campionato competitivo, che permetta alle ragazze azzurre di fare esperienza e di essere protagoniste, anche a livello europeo, dove in questo momento la sola Schio sembra poter avvicinarsi ai grandi club turchi e russi. L’ottavo posto all’Europeo deve essere solamente un punto di partenza, per un futuro che ora come ora appare molto positivo.

 

andrea.ziglio@olimpiazzurra.com

foto tratta da fibaeurope.com

Lascia un commento

scroll to top