Wimbledon 2013: disastro Errani, molto bene Pennetta e Knapp

oa-logo-correlati.png

Termina immediatamente il torneo di Wimbledon per Sara Errani. La numero cinque del mondo è stata demolita in due set con il punteggio di 6-3 6-2 da Monica Puig, 19enne portoricana alla sua prima esperienza nello Slam londinese. Davvero una bruttissima prestazione quella della bolognese, che conferma l’inettitudine a giocare sull’erba, dove la debolezza del proprio servizio diventa un ostacolo troppo grande da superare. Anche quest’oggi Sarita ha servito troppo piano, subendo terribilmente i colpi della propria avversaria già dalla prima risposta.

Nel primo set decisivo il break ottenuto nel sesto gioco da parte della Puig, che poi ha difeso il proprio turno di servizio portandosi avanti nell’incontro. Purtroppo la musica non è cambiata nella seconda frazione, anzi la situazione si è fatta ancor più brutta visto che in pochissimo la portoricana era 3-0 e con doppio break di vantaggio. Una timida reazione di Sara c’è stata, ma l’ennesimo turno di servizio perso nel quinto gioco ha fatto calare il sipario sulla partita. I successivi sei match point annullati sono serviti solamente ad allungare l’agonia dell’azzurra, che ora proverà a tirarsi su di morale con il doppio.

Arrivano comunque belle notizie per il tennis italiano da parte di Flavia Pennetta e Karin Knapp, che avanzano al secondo turno, dopo aver sconfitto rispettivamente la britannica Baltacha e la ceca Hradecka. Per la brindisina un successo molto importante soprattutto per il morale, visto che Flavia arrivava da un periodo molto difficile e caratterizzato da una serie di sconfitte al primo turno. L’esordio di quest’oggi con la wild card inglese è stato abbastanza agevole e la Pennetta si è imposta per 6-4 6-1, con l’unico passaggio a vuoto nel primo set quando si è fatta strappare il servizio sui 5-2 in proprio favore. Al prossimo turno la pugliese sfiderà molto probabilmente Victoria Azarenka, che oggi non dovrebbe avere il minimo problema nello sconfiggere la portoghese Koehler.

Bella e sorprendente la vittoria invece della Knapp che ha superato per 6-3 6-4 la Hradecka. per l’altoatesina un successo prestigioso su una superficie come l’erba, che non è sicuramente la sua preferita e contro un’avversaria dalla miglior classifica. Al prossimo turno l’avversaria sarà sempre una tennista della Repubblica Ceca, ma ancora più forte, viso che si tratta di Lucie Safarova, testa di serie n°27 e giocatrice che ha sempre messo in grande difficoltà le nostre azzurre con le sue accelerazioni con il dritto mancino.

 

andrea.ziglio@olimpiazzurra.com

foto tratta da tennisworlditalia.com

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top