Pugilato: Renato de Donato difende il titolo, tra il rugby e il ring

oa-logo-correlati.png

Ancora qualche giorno e la grande boxe professionistica italiana, con al seguito tutti i suoi appassionati, potrebbe ricominciare a sognare rinverdendo i fasti del passato.

Venerdì  sera, infatti, in quel del centro sportivo Crespi a Milano, Renato De Donato difenderà il titolo italiano dei superleggeri (-63 Kg) contro lo sfidante Andrea Scarpa, in una contesa dal sapore particolare, per certi versi quasi unica.

Innanzitutto unica, dal momento che il campione uscente avrà la possibilità di difendere la cintura praticamente in casa: De Donato è di Milano ed è nato a pochi chilometri dal centro sportivo Crespi e poi perchè si combatterà all’interno di un impianto dove solitamente lo sport principale è il rugby.

Ed e’ proprio la palla ovale la seconda particolarità di questo sfida, in quanto il pugile milanese, oltre a portare avanti la carriera da boxeur professionista, è anche allenatore delle giovanili del  CUS Milano Rugby, storico club lombardo che ha base proprio nel medesimo centro sportivo, il quale per una sera verrà trasformato in un inusuale ring.

Tutti si augurano, infine, che la risposta di pubblico per questa sfida (diretta Rai Sport 1 h 22) possa essere all’altezza delle aspettative degli organizzatori e chissà che questa riunione non sia un’ottima occasione, come hanno ribadito a più riprese sia De Donato sia Scarpa, per rilanciare il pugilato dei professionisti anche nella penisola italiana.

michele.cassano@olimpiazzurra.com

Foto tratta: ediesse.net

 

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top