Pugilato: le speranze azzurre ai Giochi del Mediterraneo

oa-logo-correlati.png

La nazionale italiana di pugilato è pronta. L’appuntamento con i Giochi del Mediterraneo per questa rappresentativa è l’occasione per il rilancio, il riscatto e magari l’esplosione definitiva di qualche atleta anche sulla ribalta internazionale.

Certo quando, in questi tornei, ci si presenta con atleti del calibro di Roberto Cammarelle, che in carriera ha vinto tutto e ora cerca di ripartire verso l’ennesima sfida, Vincenzo Mangiacapre e Vincenzo Picardi non si può che non puntare all’oro, ma siamo certi che anche i giovani Ciro Cipriano e Manuel Cappai, il giovane pugile sardo peraltro ha già respirato l’aria dell’appuntamento olimpico, vorranno finalmente avere la definitiva consacrazione.

Buone speranze dovrebbero esserci anche per Luca Capuano, vincitore quest’anno del “Gee Bee Tournement” ad Helsinki, e per Fabio Introvaia, uno dei tanti prodotti della scuola di Marcianise.

Da verificare, infine, i percorsi di Alfonso di Russo, in una categoria particolare come quella dei 69 kg, Gianluca Rosciglione e Fabio Turchi, i quali andranno a concorrere nelle categorie “pesanti”, rispettivamente 81 Kg e 91 Kg; tutti potrebbero essere agevolati indiscutibilmente dall’assenza dei pugili dell’Est Europa legata, ovviamente, a motivi puramente geografici.

michele.cassano@olimpiazzurra.com

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top