Mtb, Val di Sole: uniche soddisfazioni da Under 23 e Juniores

oa-logo-correlati.png

Si è conclusa la tappa di Coppa del Mondo di Mtb nella terra trentina della Val di Sole, con i migliori risultati degli azzurri arrivati dai nostri giovani Under 23 e Juniores.

Nella prova regina del cross country elite maschile la vittoria è andata all’iridato Nino Schürter che ha superato per appena 3″ il fuoriclasse francese Julien Absalon. Podio completato dal campione olimpico Jaroslav Kuhlavy, terzo a 1’57”. Per Marco Aurelio Fontana, in crescita di condizione, settima posizione a 3’31”. Ottima prova di Kerschbaumer e Tiberi, rispettivamente 12° e 13°.

In campo femminile la vittoria è andata alla slovena Tanja Zakelj: la ventiquattrenne di Kranj si è imposta col tempo di 1:36.37, lasciando la trentaseienne ceca Katerina Nash a 20” e la canadese Emily Batty a 50”, quindi Morath a 1’34” e la veterana Dahle Flesja a 1’59”. Non bene molte delle favorite, tra cui l’azzurra Eva Lechner che chiude in tredicesima piazza.

Non è arrivata la terza vittoria consecutiva per Greta Weithaler ma la nazionale azzurra juniores è stata protagonista nel complesso di un’altra ottima prestazione.

La vittoria questa volta è andata alla russa Olga Terentyeva ma ben due azzurre sono riuscite a salire sul podio: la piazza d’onore, con un ritardo di 33″, è andata alla campionessa italiana Emilie Collomb che ha preceduto proprio Greta Weithaler che ha quindi conquistato il terzo posto. Molto bene anche Chiara Teocchi (sesta a 4’46”) e Serena Tasca (ottava a 5’23”).

Dopo quello ottenuto dalle ragazze juniores, anche gli azzurri Under 23 conquistano due gradini del podio. La vittoria è andata al tedesco Markus Schulte-Luenzum, uno dei favoriti, ma appena dietro di lui sono stati due gli atleti italiani: secondo posto per Daniele Braidot, staccato di 1’19”, mentre in terza posizione si è accomodato Nicholas Pettinà, distanziato di 2’04”.

Nell’ultima giornata di gare riservata agli Uomini Juniores Gioele Bertolini ha conquistato un ottimo secondo posto alle spalle del neozelandese Samuel Gaze con cui è stato protagonista di una bella lotta nel corso della gara.

Gaze si è imposto con un vantaggio di 45″ su Bertolini mentre al terzo posto si è classificato il ceco Jan Vastl con un ritardo di 1’25”. Buona prova anche per Federico Barri che ha sfiorato la top-10 chiudendo 11esimo a 3’48”.

nicolo.persico@olimpiazzurra.com

@nvpersie7

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top