Basket, Finale Playoff: grande attesa per gara1 tra Roma-Siena

oa-logo-correlati.png

Manca un giorno alla prima palla a due della finale scudetto tra l’Acea Roma e la Montepaschi Siena. C’è grande attesa per questa gara1, che potrebbe già dare delle precise indicazioni su chi è maggiormente favorito per diventare Campione d’Italia in uqesta stagione. Anche la stastica sostiene che è molto importante partire con il piede giusto, perchè in 30 occasioni su 36 la squadra che ha vinto la prima sfida, ha poi conquistato l’ambito tricolore.

Domani sera si giocherà a Roma in un PalaTiziano gremito, con i tifosi della capitale che aspettano questo momento dal 2008, anno dell’ultima volta in finale della Virtus, ovviamene sconfitta dalla stessa Montepaschi, che all’epoca festeggiava il terzo di sei scudetti consecutivi. In quell’occasione la sfida si concluse a favore dei toscani con un netto 4-1 e difficilmente il risultato è replicabile nella serie di quest’anno, perchè l’equilibrio tra le due formazioni è davvero elevato e le probabilità di un’altra gara7 sono molte. Sarebbe la terza volta consevutiva in questi playoff di finire all’ultimo match per entrambe le compagini, che hanno battuto ai quarti Reggio Emilia e Milano e poi in semifinale Cantù e Varese.

Proprio il fattore stanchezza potrebbe risultare decisivo, perchè le quattordici partite disputate fino ad ora sono state per la maggior parte molto tirare e hanno costretto un uso di grandi energie non solo fisiche ma soprattutto mentali. Da questo punto di vista Siena parte leggermente favorita, perchè può contare su un roster sicuramente più lungo di Roma e su rotazioni più ampie, che permettono ai migliori giocatori di riposare per alcuni minuti.

La sfida principale sul campo è quella tra i due leader delle squadre: da una parte il capitano giallorosso Gigi Datome e dall’altra il cuore e l’anima della nuova mensana, Daniel Hackett. Entrambi protagonisti di una stagione straordinaria, sono i più attesi e probabilmente da loro dipenderà il futuro di una o dell’altra compagine. Gigi è stato obbligato a tirare il fiato nella semifinale con Cantù, ma ha trovato in Phil Goss e Gani Lawal, degni compagni capaci di prendersi le loro responsabilità nei momenti chiave ; mentre Daniel è letteralmente esploso in questa post season dove non sono mancate prestazioni di grandissimo livello come nelle gare7 giocate a Milano e Varese. Ovviamente il play cresciuto a USC non ha fatto tutto da solo, ma deicisivi sono stati anche i vari Bobby Brown e David Moss.

L’attesa sta per terminare e domani conosceremo il primo verdetto. Il match sarà trasmesso da RaiSport1 alle ore 20.15. Non perdetevi lo speciale alla fine della gara sul nostro sito e il riepilogo il giorno dopo, per non farvi perdere nemmeno un istante di queste Finals italiane.

 

andrea.ziglio@olimpiazzurra.com

foto tratta da virtusroma.it

 

Tag

Lascia un commento

Top