Basket femminile,Europeo: Italia-Slovacchia 58-47, le pagelle delle azzurre

oa-logo-correlati.png

Torna al successo l’Italia nell’Europeo di basket femminile che si sta disputando in queste settimane in Francia. La squadra di coach Roberto Ricchini ha sconfitto ieri la Slovacchia per 58-47 e con questo successo fa un bel passo avanti verso la qualificazione ai quarti di finale. Per centrare l’obiettivo e raggiungere anche il terzo posto (fondamentale per evitare la Francia) servirà un successo nel prossimo match con il Montenegro. Ieri si è vista comunque una buona nazionale e la strada da seguire è propria questa. Andiamo a vedere le pagelle delle nostre ragazze:

SOTTANA 8: dopo i primi due quarti vissuti nell’anonimato, al ritorno dagli spogliatoi c’è il risveglio della campionessa. Giorgia è semplicemente straordinaria nella ripresa, iniziato con due bombe (una da distanza assiderale), che lanciano l’Italia verso la doppia cifra di vantaggio. Chiuderà con 22punti, ovviamente miglior marcatrice delle azzurre.

DOTTO 7: gli aggettivi per questa ragazza ormai si sprecano e forse non ne abbiamo più. Francesca gioca come se fosse una veterana e viene strano pensare che è solamente classe 93 ed è alla sua prima esperienza in un Europeo. Anche ieri importantissimo il suo contributo nel terzo quarto, dove con la sua energia e vitalità mantiene l’Italia a distanza di sicurezza.

GATTI 7: seconda miglior marcatrice delle azzurre con nove punti. Giulia è il cervello, la mente del gioco azzurro, colei che riesce a gestire i ritmi della partita e capire quando alzarli o abbassarli. Lei, Sottana e Dotto formano un reparto di play e guardie davvero di ottimo livello.

ZANONI 6,5: l’unica nota negativa è il suo infortunio verso la fine dell’ultimo quarto. Una distorsione alla caviglia, che speriamo non sia grave. Fino a quel momento la partita di Ilaria era stata molto buona e soprattutto nelle prime due frazioni la milanese aveva trovato con una buona continuità la via del canestro. Alla fine chiuderà con sette punti.

WABARA 6: non segna molto, solamente due punti, ma l’energia e l’aggressività che mette in campo permette alle azzurre di gestire al meglio le lunghe slovacche. Sul piano fisico non ha nulla da temere contro la potenza delle nostre avversarie. Un ottimo ricambio per lasciar riposare quando serve la Ress.

MASCIADRI 5,5: capitano cosa ti succede? Incredibile il momento no che sta passando Raffaella, che già da due partite non riesce più a trovare con continuità la via del canestro. Ieri zero punti e un brutto 0/6 totale al tiro. Per fortuna la comasca non molla mai un solo secondo e anche se fatica in attacco, cerca di dare il proprio contributo in difesa. Una vera combattente.

 

andrea.ziglio@olimpiazzurra.com

foto tratta da fibaeurope.com

Lascia un commento

Top