Sabato spettacolo a Cagliari: arriva il Grand Prix di Ginnastica

oa-logo-correlati.png

La grande ginnastica torna finalmente in Italia. È Cagliari ad accoglierla a braccia aperte. Il Grand Prix, ancora una volta sponsorizzato da Rana Gioiaverde, torna nel capoluogo sardo (mancava dal 2010, l’anno scorso era a Catania) che gli riserva tutti gli onori che merita e lo ospita nel Palarockfeller dove la festa inizierà sabato 24 novembre, a partire dalle 16.00. Il successo è garantito perché si è già vicini al tutto esaurito.

L’evento all’insegna del Galà e dello spettacolo, con esibizioni continue, avrà un parterre stellare per questa ventunesima edizione e l’occasione sarà ottima per festeggiare i nostri atleti che hanno difeso il tricolore a Londra.

 

Ci saranno le due Nazionali Olimpiche di ginnastica artistica al gran completo (quasi, manca Erika Fasana)  .

Al maschile potremo applaudire il nostro nuovo Signore degli Anelli, quel Matteo Morandi (Aeronautica Militare) che ci ha regalato uno stupendo terzo posto in terra d’Albione e con cui ingaggerà una battaglia da leoni sugli anelli col russo Aleksandr Balandin, quarto proprio alle spalle del vimercatese. Festa anche per Alberto Busnari (Aeronautica Militare), quarto al cavallo con maniglie tre mesi fa. E poi anche Paolo Ottavi ed Enrico Pozzo (entrambi dell’Aeronautica Militare ed entrambi finalisti nel concorso generale a cinque cerchi), oltre a Matteo Angioletti (all’ultima uscita prima di staccare con l’agonismo). Completano il cast azzurro Lorenzo Ticchi (Ginnastica Meda), Paolo Principi (Macerata Virtus Pasqualetti) e il padroncino di casa Nicola Bartolini (Ginnastica Cagliari), protagonista del reality di MTV, promessa del movimento e attesissimo dai suoi concittadini che le applaudirono fragorosamente già due anni fa. Altra star internazionale? Il russo Emin Garibov, finalista nell’all-around, alla sbarra e alle parallele alle Olimpiadi 2012.

Al femminile ammireremo Vanessa Ferrari (Esercito Italiano/Brixia Brescia) dopo la cocente delusione al corpo libero in Terra d’Albione e in procinto di partire per le due tappe di Coppa del Mondo (Stoccarda e Glasgow, 2 e 8 dicembre prossimi); Carlotta Ferlito (Esercito Italiano/Gal Lissone) che torna in pista dopo il secondo posto al trofeo Gander e mostrerà la sua bravura alla trave; Elisabetta Preziosa (Esercito Italiano/Gal Lissone) che dovrà riscattare la caduta sugli insidiosi 10cm durante la finale a squadre; Giorgia Campana (gara individuale quindi segniamo Tor Sapienza) che si esibirà alle sue super parallele. La romana si porta dietro anche l’amica e compagna di allenamenti Chiara Gandolfi (Olos Gym 2000) presente anche lei al collegiale di selezione e dotata di grande abilità sugli staggi (ultima esibizione all’Abierto Mexicano di Acapulco concluso in quinta posizione). Sarà presente anche Enus Mariani (Pro Lissone) la grande promessa dell’artistica italiana, campionessa europea juniores in carica, che probabilmente si cimenterà alle asimmetriche, specialità di casa e su cui ha già confezionato un super esercizio. Stella di livello internazionale? Diana Bulimar, la classe ’95 protagonista del bronzo olimpico e dell’oro europeo con la sua Romania.

 

Sarà (verosimilmente) anche l’ultima occasione per ammirare tutte insieme le Farfalle della ritmica, tre volte campionesse del Mondo e bronzo nell’ultima rassegna a cinque cerchi. La capitana Elisa Santoni, Elisa Blanchi e Anzhelika Savrayuk hanno infatti annunciato il ritiro dall’attività agonistica e sarà l’ultima recita con Marta Pagnini, Romina Laurito e Andreea Stefanescu che invece proseguiranno, magari anche fino a Rio de Janeiro. Le ragazze di Emanuela Maccarani hanno preparato una coreografia creata proprio per l’occasione e che sbalordirà sicuramente il pubblico.

Non mancherà anche l’altra azzurra olimpica, l’individualista Julieta Cantaluppi. Il cast della ritmica sarà rinforzato da due stelle straniere: la bulgara Sylvia Miteva (ottava a Londra e bronzo mondiale col nastro) e l’ucraina Mariya Livchikova (anche lei finalista in Gran Bretagna).

 

Nessuno dei campioni uscenti (la russa Viktoria Komova a trave e parallele, il greco Petrounias agli anelli, il croato Moznik alla sbarra) parteciperà a questa edizione. Ultime vittorie italiane nel 2009 proprio di Morandi agli anelli e di Igor Cassina alla sbarra. Per trovarne una al femminile dobbiamo risalire alla trave di Lia Parolari nel 2008.

Non dovrebbe esserci copertura televisiva (di solito l’evento era trasmesso dalla Rai), ma potrebbero esserci degli sviluppi in questi giorni. Nessuna novità, invece, sul fronte dello streaming.

 

L’evento è organizzato dalla Federginnastica col supporto del Comitato Regionale della Sardegna e dallo Studio Ghiretti, col sostegno di Regione, Provincia, Comune, Coni regionale nella persona del presidente Gianfranco Fara. Sponsor Pastificio Rana, Freddy ed Edison.

Costo del biglietto 15 euro (10 euro per i tesserati FGI), con riduzioni secondo la legge e offerte speciali per le società sportive affiliate alla Federazione.

Clicca qui per vedere la locandina.

 

stefano.villa@olimpiazzurra.com

(vuoi provare a praticare ginnastica? Clicca qui e guarda le società che hanno aderito alla nostra iniziativa)

Lascia un commento

scroll to top