Basket femminile, Top&Flop: una super Bagnara stende Umbertide

oa-logo-correlati.png

Sesta giornata di campionato che vede il crollo dell’Acqua&Sapone Umbertide, nettamente sconfitta in casa della Gesam Lucca, grazie ad una fenomenale Benedetta Bagnara. Ora in testa alla classifica ci sono ben cinque squadre e anche la zona retrocessione si acdcende dopo la vittoria di Priolo. Vediamo quali sono stati i top&flop di questo turno

TOP:

BENEDETTA BAGNARA: E’ lei ad aggiudicarsi il premio come miglior giocatrice dell’intero sesto turno di campionato. Assoluta protagonista nella vittoria della sua Lucca contro l’ex capolista Umbertide, al primo passo falso stagionale. Diciassette punti per la 25enne di Bologna sono la conferma dell’ottimo periodo di forma che sta vivendo una delle giocatrici su cui l’Italia punta molto nel prossimo Europeo.

RAFFAELLA MASCIADRI: Semplicemente una certezza. Ecco come in pochissime parole possiamo definire Raffaella Masciadri. Colonna di Schio e della Nazionale difficilmente sbaglia una partita ed è sempre protagonista con ottime prestazioni, come i sedici punti di ieri con il Club Atletico Romagna, che hanno permesso alla Famila di chiudere velocemente la pratica e tornare in testa alla classifica.

TROGYLOS PRIOLO: Dopo alcune sconfitte immeritate, arriva finalmente la prima gioia stagionale per le siciliane. Una vittoria importante non solo per il morale, ma anche per il gioco mostrato e per l’avversario battuto, quella Ceprini Orvieto che fino a questro momento del campionato aveva stupito issandosi addirittura nelle posizioni di vertice. La Trogylos riparte da questo successo per costruire una salvezza che per ora meriterebbe a pieni voti.

 

FLOP:

UMBERTIDE: Prestazione da cancellare per l’ex capoclassifica, che si scioglie come neve al sole sotto i colpi di una Lucca Scatenata. Una sconfitta molto pesante e che va archiviata in fretta, perchè nel prossimo turno c’è la supersfida con la Famila Schio: un banco di prova molto importante per testare la tenuta mentale delle umbre.

STRIULLI-ARIOLI-BRUNETTI: Tradisce il trio azzurro e Cagliari viene sommersa dalla forza delle campionesse in carica di Taranto. I soli nove punti in tre sono il dato che spiega il tracollo delle sarde, che piombano nel calderone della zona retrocessione.

 

andrea.ziglio@olimpiazzurra.com

foto tratta da lagazzettadilucca.it

Lascia un commento

scroll to top