Ritmica, l’Armonia d’Abruzzo vince la prima tappa di A1

Nel bellissimo Palazzetto dello Sport di Biella, di fronte ad un caloroso pubblico di oltre 2000 persone, si è disputata la prima tappa della serie A1 di ginnastica ritmica. Dominio spettacolare dell’Armonia d’Abruzzo guidata da Germana Germani, già campionesse d’Italia per quattro volte: le sue ragazze sono state capaci di realizzare 157.075 punti. I punteggi più alti (oltre a una buona impressione) arrivano da Federica Febbo, sempre più realtà azzurra della disciplina, che conquista 26.925 al cerchio e 27.050 al nastro. Completano l’opera Valeria Pysmenna (24.850 al corpo libero, vincitrice dell’attrezzo), Ianni Chiara (26.200 alla fune, vincitrice di specialità), Alessia Russo (25.950 alla palla) e Chiara Di Battista (26.100 con le clavette).

Alle spalle delle teatine la Ginnastica San Giorgio di Desio 79 che totalizza 155.300 punti. La migliore è senza dubbio Veronica Bartolini che mostra tutta la sua bravura alla palla (26.875) e al nastro (27.200, terza della specialità). La compagine lombarda schierava poi Arianna Malavasi (24.800 al corpo libero) e Camilla Patriarca (25.750 con la fune) e Giulia Pala (26.225 col cerchio e 24.450 con le clavette).

Sul gradino più basso del podio salgono le ragazze delle Ginnastica Virtus Gallarate capaci di 152.850. Tra le loro fila la migliore è senza dubbio Alina Maksymenko che si spinge addirittura a un vertiginoso 27.925 con la palla, la top di questo sabato di gare. Le sue compagne Chiara Serino, Isabella Poles, Alessia Marchetto e Greta Merlo controllano agevolmente la posizione.

Quarta piazza per la Ginnastica Fabriano (151.900) di Julieta Cantaluppi, l’azzurra che ci ha rappresentato a Londra. Per lei è facile dominare il nastro (27.500) e il cerchio (27.850). Con lei Letizia Cicconcelli, Marika Buratti e Valeria Rossi.

 

Completano la classifica l’Aurora Fano di Melitina Staniuota (migliore alle clavette con 26.150 che insieme a Allegra Camilloni, Valeria Schiavi e Camilla Bini realizza 150.650, la Ritmica Piemonte (Letizia D’arenzo, Anastasia Mishenina, Silvia De Carlo, Michelle Serra, Aliya Garayeva, 147.625), l’Arcobaleno Prato (Asia Rigato, Letizia Sensi, Sofia Tonetto, Garcia Timofeeva, Benedetta Moroni, 145.500), la Raffaello Motto (Egizia Bergesio, Martina Schepis, Francesca Cupisti, Viktoria Mazur, 144.725), la Brixia (Giulia Ardoli, Nathalie Reale, Vimal Zadra, Sofia Lodi, 143.000) e l’Eurogymnica (Alma Cauzer, Elisa Vigna Cit, Sara Celoria, Sarah Re, Dora Vass, 140.775).

 

Prima dell’inizio della competizione si sono esibite anche le nostre Farfalle di bronzo ai giochi olimpici con la presenza di Manuela Maccarani. Nel pomeriggio, invece, la prima tappa della serie A2 se l’è aggiudicata la Ginnastica Ritmica Nervianese (Nicole Piredda, Arianna Armida, Liubou Charkashyna, Martina Matteucci, Sarah Corvo) con il totale di 144.425 punti. Sul secondo gradino del podio la neo promossa Polisportiva La  Fenice di Spoleto (143,150), capitanata dalla Farfalla Andreea Stefanescu. Terza  l’Etruria di Prato con 142, 850.

 

stefano.villa@olimpiazzurra.com

(foto Agnese Petri)

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

Che bel ripensamento: Giulia Leni torna ad allenarsi!

Ginnastica, gli Italiani che popolano il codice dei movimenti