<i>Europa Tricolore</i>: Verratti incanta ancora, guai per Spalletti

oa-logo-correlati.png

Si è concluso un altro week-end di grande calcio internazionale e adesso, come al solito, andiamo ad analizzare le prove degli italiani impegnati nei principali campionati europei di calcio.

Non si ferma più il Psg di Carlo Ancelotti, che schianta con un netto 4-0 a domicilio il malcapitato Bastia e vola al terzo posto in classifica, a meno 6 dal Marsiglia capolista. Se i parigini terranno questo passo, però, per l’OM sarà veramente dura resistere, anche perchè la squadra dello sceicco ha dalla sua parte il talento di Marco Verratti. L’ex Pescara, infatti, timbra un’altra prestazione da oscar, servendo l’assist per la doppietta di Zlatan Ibrahimovic. Spettatore non pagante, invece, Salvatore Sirigu, mentre Thiago Motta non è stato impiegato. Trionfa fuori casa, 0-4 sul Lens, il Monaco di Flavio Roma guidato in panchina da Claudio Ranieri, sempre più lanciato verso la promozione in Ligue1.

Fine settimana tutto sommato positivo per i colori azzurri anche per quanto concerne l’Inghilterra. Il Chelsea di Roberto Di Matteo, infatti, supera per 1-0 o Stoke City in casa e mantiene la vetta della Premier, davanti al Manchester United che espugna per 2-1 l’Anfield di Liverpool (deludente Borini) e con quattro punti di vantaggio sul City, che impatta 1-1 contro l’Arsenal. Buona la prova di Vito Mannone, che però paga l’unica indecisione con il gol del momentaneo vantaggio degli uomini di Roberto Mancini, sempre di più in rottura con Mario Balotelli: tornerà la pace fra i due? Vince anche il Newcastle di Davide Santon, 1-0 sul Norwich City, e il terzino dell’Under 21 dimostra ancora una volta un’ottima condizione atletica. Nelle leghe inferiori Gianfranco Zola impatta 2-2 con il Bristol City alla guida del Watford, mentre Paolo Di Canio e il suo Swindon Town schiantano con un poker il Bournemouth.

Primo successo in campionato per l’Amburgo di Jacopo Sala, 3-2 contro i campioni di Bundesliga del Borussia Dortmund, ma l’azzurro disputa solo gli ultimi minuti, difendendo il prezioso risultato. Ko il Granada di Antonio Floro Flores al Camp Nou di Barcellona, ma gli ospiti reggono fino all’87’ prima di cedere ad un eurogol di Xavi. Infine, in Russia è sempre più complicata la situazione di Luciano Spalletti allo Zenit, club in cui milita anche Domenico Criscito. Primo in campionato fino ad un mese fa, con gli acquisti milionari di Hulk e Witsel i russi non sanno più vincere (l’ultimo incontro è finito 2-2 contro il Krylya Sovetov), oltre ad avere una difficile situazione all’interno dello spogliatoio. Parecchi giocatori, infatti, si sono lamentati con il tecnico italiano per il lauto ingaggio percepito dai due nuovi arrivati, e l’ex Roma ha rimediato momentaneamente lasciando fuori rosa la punta Kerzhaov e Denisov, in attesa che la situazione si risolvi. Oppure potrebbe dimettersi proprio lo stesso Spalletti? Il Milan è alla finestra per il dopo Allegri…

 

Twitter: @FCaligaris

Foto da: goal.com

Lascia un commento

scroll to top