Basket, Supercoppa Italiana 2016: Ragland sulla sirena! Avellino in finale, Reggio Emilia ko all’ultimo secondo

basket-ragland-avellino-supercoppa-foto-valerio-origo.jpg

Una tripla incredibile di Joe Ragland sul suono dell’ultima sirena regala ad Avellino la finale della Supercoppa 2016. Un vero e proprio capolavoro dell’americano, che permette alla Sidigas di battere 74-72 la Grissin Bon Reggio Emilia, che, dunque, non riuscirà a difendere il titolo conquistato lo scorso anno.

Prima semifinale davvero spettacolare ed emozionante, che ha vissuto un epilogo finale spettacolare, con le due squadre che si sono sorpassate più volte negli ultimi secondi. Polonara, il migliore dei suoi con 18 punti punti, a due secondi dalla fine dalla lunetta sembrava aver messo in ghiaccio la partita. Reggio Emilia, però, non aveva fatto i conti con Joe Ragland (anche lui 18 punti), che diventa l’eroe della serata per Avellino

Buon inizio di Avelino, che si porta subito sul 4-0, ma è un leggero vantaggio perchè si viaggia sul filo dell’equilibrio e le due squadre continuano ad alternarsi al comando della partita. Anche Reggio Emilia tocca per due volte il +4 ed è lei a chiudere avanti la prima frazione per 22-19. Un continuo botta e risposta che prosegue anche nei secondi dieci minuti. Una schiacciata di Randolph (16 punti all’esordio con la nuova maglia) riporta Avellino avanti, ma ci pensa Polonara ad effettuare un nuovo sorpasso e poi i liberi di Aradori mandano all’intervallo con Reggio Emilai sopra 41-40.

Si rientra in campo e la Grissin Bon tocca subito il +5 (45-40) ed è un ottimo terzo quarto quello della squadra di Menetti. Trascinata dai suoi italiani Reggio Emilia raggiunge il massimo vantaggio sul +9 (56-47) a tre minuti dalla fine dalla penultima sirena. Thomas prova a scuotere Avellino, ma Della Valle la ributta indietro sul 58-51 con cui si entra nell’ultimo quarto. Randolph e Thomas sono gli uomini della rimonta avellinese, ma, quando Delroy James segna il canestro del 64-57 a quattro minuti dalla fine, Reggio Emilia sembra avere in controllo la partita. Avellino, però, ha un grande cuore e riesce a rimontare grazie ad un’ottima difesa e ad un Ragland che si erige a protagonista assoluto. Gli arbitri sbagliano su una stoppata valida di Polonara, ma l’ala italiana si riscatta con la tripla del nuovo +3 a due minuti dalla fine. I liberi di Cusin e una scorribanda di Ragland portano nuovamente avanti la Sidigas quando mancano sedici secondi al termine.
Reggio Emilia costruisce una brutta azione, ma gli arbitri vedono una spinta a rimbalzo su Polonara e Achille fa 2/2 dalla lunetta. Con due secondi ancora da giocare la palla finisce a Ragland, che si inventa un canestro spettacolare e manda in finale Avellino. 

Questo il tabellino della partita

SIDIGAS AVELLINO – GRISSIN BON REGGIO EMILIA 74-72 (19-22; 21-19; 11-17; 23-14)

Avellino: Zerini, Ragland 18, Green 2, Strumia, Leunen 9, Cusin 4, Severini, Randolph 16, Obasohan 10, Fesenko, Thomas 15, Parlato

Reggio Emilia: Aradori 13, Needham 3, Polonara 18, James 4, Della Valle 14, De Nicolao 7, Bonacini, Cervi 8, Lesic 3, Gentile 2, Vigori

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

foto di Valerio Origo

Lascia un commento

Top