Volley, Mister Secolo si consacra! Lorenzo Bernardi Campione di Turchia: primo scudetto da coach, festa con Travica

Lorenzo-Bernardi.jpg

04.04.2012 BELCHATOW , TRENER LORENZO BERNARDI PODCZAS MECZU SIATKOWKI PGE SKRA BELCHATOW - JASTRZEBSKI WEGIEL FOT. MALGORZATA KUJAWKA / AGENCJA GAZETA SLOWA KLUCZOWE: PLUS LIGA SIATKOWKA PILKA SKRA BELCHATOW SIATKARZ


Mister Secolo ha vinto il primo scudetto da allenatore! Il giocatore più forte della storia del volley ha finalmente festeggiato anche da coach dopo un lungo inseguimento alla corona più ambita.

Lorenzo Bernardi è Campione di Turchia con il suo HalkBank Ankara, club della capitale che mette in bacheca il suo settimo titolo nazionale dopo i cinque consecutivi conquistati tra il 1992 e il 1996 che precedettero quello del 2014.

 

Il 47enne di Trento ha trionfato al secondo anno sulla panchina dell’HalkBank dopo che lo scorso anno perse clamorosamente il decisivo round robin finale dopo aver dominato la regular season. In precedenza quattro stagioni in Polonia con lo Jastrzebski Wegiel ma senza ottenere risultati di gran prestigio. Per il momento la sua bacheca conteneva solo la Coppa di Turchia 2015 e la Supercoppa turca 2015, oltre all’oro dei Giochi del Mediterraneo da coach dell’Italia B.

Quella Nazionale che vorrebbe tanto guidare, da vero monumento del volley internazionale, ma che sembra così lontana per motivi di incompatibilità. Chissà che in futuro non riesca a sedere dove merita una personalità del suo calibro.

 

Da giocatore, nel suo ruolo di schiacciatore, una carriera irripetibile: 4 scudetti con Modena, 5 tricolori con Treviso, 4 Champions League (1 con i canarini, 3 con i veneti), 5 Coppa Italia. Soprattutto, però, le prestazioni leggendarie con l’Italia e la Generazione dei Fenomeni di Velasco: Campione del Mondo nel 1990 e nel 1994, l’amaro argento messo al collo alle Olimpiadi di Atlanta 1996, ma anche tre titoli europei, cinque World League, la Coppa del Mondo 1995.

 

Lo scudetto è stato sudatissimo e Mister Secolo ha seriamente temuto di perderlo ieri pomeriggio, quando si trovava sotto per 2-0 contro l’Arkas Izmir. Gli aces dei campioni in carica facevano tremare Lorenzo Bernardi che poi si affidava a Le Roux e Subasi: saranno proprio loro due a ribaltare l’incontro e a regalargli due punti determinanti.

Altro passaggio fondamentale venerdì pomeriggio quando ha sconfitto per 3-1 l’Istanbul BBSK, squadra da cui era stato superato nel primo round robin di due settimane fa: una vittoria decisiva per portarsi al comando della classifica e non mollarla più.

Oggi la vittoria sul Fenerbahce Istanbul per 3-0 gli ha consegnato definitivamente il titolo che non poteva sfuggirgli anche quest’anno dopo aver dominato la regular season.

 

Uno squadrone eliminato da Civitanova ai quarti di finale della Champions League dopo un combattutissimo golden set. Kubiak, Sokolov, Le Roux, Kooy, Subasi sono i nomi di spicco della sua rosa in cui milita anche Dragan Travica, raramente schierato in campionato ma protagonista nella massima competizione continentale. Per l’ex palleggiatore della nostra Nazionale arriva il secondo scudetto della carriera dopo quello del 2012 con la Lube.

CLASSIFICA FINALE: Halkbank Ankara 15 punti, Istanbul BBSK 13 punti, Arkas Izmir 8 punti, Fenerbahce Istanbul 0 punti.

 

Lascia un commento

Top