MIRACOLO ROSA! Casalmaggiore a valanga, leggendarie Campionesse d’Europa! La Champions League torna in Italia

Casalmaggiore-Champions-Roberto-Muliere-4.jpg

La leggenda è scritta. L’impresa è firmata. La festa può incominciare. Il Vecchio Continente si inchina ai piedi di una città con poco più di 50000 abitanti che oggi ha vissuto il suo momento più epico, indimenticabile e indelebile nella mente di chi c’era.

Casalmaggiore è Campione d’Europa! Le ragazze in rosa alzano al cielo la Champions League 2015/2016 di volley femminile, al termine di un weekend stellare e di una Final Four organizzata in modo meraviglioso al PalaGeorge di Montichiari.

Le Campionesse d’Italia conquistano la massima competizione continentale per club alla loro prima storica apparizione nel torneo, asfaltando il favoritissimo VakifBank Istanbul con un sonoro 3-0 (25-23; 25-23; 25-22) che non lascia spazio a mezze interpretazioni. Le turche di Giovanni Guidetti, trionfatrici nel 2011 e nel 2013 sempre con il CT della Nazionale Olandese, si sono dovute arrendere e perdono la quarta finale della loro storia.

 

Contro qualsiasi pronostico della vigilia, contro le grandi corazzate di tutta d’Europa, demolendo colossi dai budget faraonici (a partire dalla Dinamo Kazan in semifinale, pur privo di Gamova e Startseva) ma che si sono dovuti arrendere al cospetto dell’ardore tecnico, del cuore delle giocatrici, della loro immensa bravura e di un pubblico stratosferico che meritava ampiamente questa incoronazione inaspettata anche solo fino a un netto fa quando anche lo scudetto sembrava qualcosa di irraggiungibile.

L’Italia conquista la Champions League di volley femminile per la 15esima volta spezzando un digiuno che durava da addirittura sei anni quando la Foppapedretti Bergamo festeggiò a Cannes contro il Fenerbahce.

 

Massimo Barbolini conferma che la cabala nello sport conta qualcosa: ogni dieci anni il coach modenese era abituato a vincere la Coppa e così, dopo l’epopea di Matera nel 1996 e quella di Perugia nel 2006, ha avuto modo di ribadire ancora una volta il suo valore come tecnico.

Infinita Francesca Piccinini che ha firmato il muro del successo finale e il punto decisivo del primo set, mettendo una seria ipoteca sulla sua sesta Champions League! Dopo i cinque successi da icona della Foppapedretti Bergamo, il volto più noto del nostro volley si è tolto un’altra immensa soddisfazione, giocando una Finale maestosa e con cui ribadisce di meritarsi la convocazione per le Olimpiadi di Rio. In tutto il gruppo è l’unica che in carriera ha già assaporato certe soddisfazioni, oggi superlativa top scorer (14 punti, 46% in attacco)

Il tutto è passato per le mani di un’eccezionale Carli Llyod che, dopo aver già vinto la Coppa CEV con Busto Arsizio quattro stagioni fa, torna a ruggire in Europa da grandissima protagonista: una regia encomiabile da parte della palleggiatrice statunitense, due punti di prima intenzione per piazzare un solco importante nel secondo set, gestione meravigliosa di tutte le compagne servite nel momento più opportuno.

Valentina Tirozzi in lacrime, encomiabile la sua prova in fase offensiva (11 punti) e in ricezione. Al centro decisive Lauren Gibbemeyer e Jovana Stevanovic che ha chiuso il secondo set (addirittura 5 muri nel match), opposto Margareta Kozuch che ha piazzato dei tocchi da maestra (8 punti), i salvataggi del libero Imma Sirressi hanno fossilizzato il VakifBank, annullando tutte le certezze dello squadrone partito con il favore del pronostico e poi scioltosi al cospetto di una Casalmaggiore davvero leggendaria.

Un successo che è merito anche della panchina: un pezzo di Coppa è anche di Lucia Bacchi, Giada Cecchetto, Marianna Ferrara, Carlotta Cambi, Rossella Olivotto, Tereza Rossi.

 

Il trionfo non è mai stato in discussione. Casalmaggiore ha sempre tenuto in controllo il match, sempre in equilibrio ma con quei due-tre punti di margine che le padrone di casa sono riuscite sempre a conservare. Brividi solo sul 22-20 del terzo set quando il VakifBank ha pareggiato i conti: lì sono saltati fuori i fantasmi di un tempo ma una difesa da urlo e un gioco d’attacco intensissimo hanno respinto l’assalto di Sloetjes e compagne. Casalmaggiore acquisisce anche il diritto di partecipare al prossimo Mondiale per Club per chiudere un cerchio che ha davvero del magico.

 

Articoli correlati:

MIRACOLO ROSA! Casalmaggiore a valanga, leggendarie Campionesse d’Europa! La Champions torna in Italia

Champions League – Casalmaggiore e le sue ragazze ai raggi X: Campionesse d’Europa!

Champions League – Tutti i premi individuali: infinita Francesca Piccinini, MVP con Casalmaggiore

Champions League – VIDEO del muro finale, il punto che fa esplodere Casalmaggiore: Campionesse d’Europa

 

(foto Roberto Muliere)

Lascia un commento

Top