Giro d’Italia 2016: i cacciatori di tappe. Cancellara vuole chiudere in rosa

9d235f77-c276-42fb-8024-a3724abae31e1-e1457198437525.jpg

Non solo velocisti e uomini da salita, una grande corsa a tappe si è sempre contraddistinta per la vasta dote di corridori chiamati Cacciatori di tappe. Brevi ascese sul finale, arrivi su uno strappetto o percorsi vari: questi i loro obiettivi. Andiamo a vedere chi ci proverà nella prossima Corsa Rosa, che partirà dall’Olanda venerdì 6 maggio.

Non si può non partire da Fabian Cancellara. Lo svizzero, con due partecipazioni non da protagonista al Giro, quest’anno ha deciso di salutare il proprio pubblico (si ritirerà a fine stagione) provando a conquistare la Maglia Rosa. La cronometro di Apeldoorn è ideale per le caratteristiche della Locomotiva di Berna, ma non pensiamo che si limiterà solamente a vincere la prima tappa e poi stare a guardare. Già al ritorno in Italia, in quel di Praia a Mare, potremo vederne delle belle.

Cancellara, ma non solo. Nel 2015 fu spettacolare il Giro di Philippe Gilbert, con i successi di Vincenza e Cervinia. Il belga non sembra però essere in formissima, ma crediamo che con il passare delle tappe ci offrirà sprazzi della sua classe. Nella BMC ci sarà anche Daniel Oss: il trentino può provarci con una fuga da lontano, o forse con delle volate ristrette. Un altro belga che può farsi valere in percorsi vari è Tim Wellens: il capitano della Lotto Soudal ha impressionato all’Amstel Gold Race. Con lui anche il compagno di squadra Jurgen Roelandts, splendido terzo alla Milano-Sanremo.

Tantissimi sono i cacciatori di tappe in casa Etixx Quick Step. Il più adatto sembra essere Bob Jungels: il campione lussemburghese può reggere benissimo su salite di media lunghezza e ne ha anche per regolare un gruppetto di una ventina di corridori in volata. Volata ristretta l’obiettivo di Matteo Trentin che, dopo aver vinto due frazioni al Tour de France, vorrà farsi valere anche in casa.

Chiudiamo con una carrellata di azzurri che proveranno a centrare un successo in una tappa mista. Filippo Pozzato torna al Giro da capitano della sua Southeast, Giovanni Visconti oltre che aiutare Valverde potrà anche provarci per se stesso, Davide Formolo ha già fatto il colpo grosso nel 2015 e non può non riprovarci, infine Sonny Colbrelli e Stefano Pirazzi tenteranno in tutti i modi di far esultare la Bardiani.

Foto: Comunicato RCS

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.bruno@oasport.it

Lascia un commento

Top