Maestosa Dorothea Wierer! L’azzurra conquista la Coppa del Mondo individuale di biathlon!

DSC_0438-min.jpg

Terza gara individuale tra le donne al Mondiale di biathlon di Oslo: si è appena conclusa la 15 chilometri. A vincere è stata Dorin Habert davanti alla connazionale Bescond e alla tedesca Dahlmaier. Al termine di una battaglia davvero molto emozionante, è arrivata la seconda coppetta di specialità nella storia per l’Italia al femminile: dopo Nathalie Santer è Dorothea Wierer a trionfare, nonostante una prova imperfetta nella gara odierna.

La squadra francese ha dato spettacolo: strepitosa Marie Dorin Habert, che è andata a completare la collezione di medaglie a questa competizione iridata. Dopo l’argento nella sprint e il bronzo nell’inseguimento è arrivato il terzo oro individuale in carriera (fa il paio con la doppietta sprint e inseguimento di Kontiolahti). 44:02.8 il tempo conclusivo della transalpina, rapidissima sugli sci e praticamente perfetta al poligono (unico errore nella quarta serie). Ha fatto il vuoto nei confronti di tutte le altre, a parte la compagna di nazionale Anais Bescond, grande sorpresa odierna, a 12” da Dorin, anche lei con un solo errore. A completare il podio una fantastica Laura Dahlmeier: nonostante due errori al poligono nelle prime due serie, la teutonica ha agguantato il bronzo (a 1:17.8 di distacco dalla vincitrice) con una performance di sostanza sugli sci, in particolare nell’ultimo giro. A completare la top-5 le due ceche: Veronika Vitkova, quarta con un errore (particolarmente lenta sugli sci), e la grande favorita della prova, Gabriela Soukalova, quinta con il doppio errore.

Capitolo Italia: ci si aspettava tanto da Dorothea Wierer, già argento nell’inseguimento e grandissima protagonista in stagione con due vittorie tra Oestersund e Ruhpolding. La 25enne di Brunico è riuscita a conservare per pochissimo il margine acquisito in chiave classifica di specialità: l’ottavo posto le vale la Coppa del Mondo di individuale, ennesimo riconoscimento per la sua ancor giovane carriera. Due errori di troppo oggi per l’azzurra, imprecisa ad inizio gara. Fantastica invece la prova di Alexia Runggaldier, inserita nella lista di partenza al posto di Lisa Vittozzi: la 24enne di Bressanone conquista un grandissimo decimo posto (un bersaglio mancato in apertura). Non hanno convinto Karin Oberhofer e Federica Sanfilippo, rispettivamente 26ma e 58ma. Chissà che Runggaldier non venga presa in seria considerazione per la staffetta.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.bruno@oasport.it

Foto: Romeo Deganello

Lascia un commento

Top