Giro di Catalogna 2016: in Spagna c’è il top del ciclismo mondiale. Aru contro Froome e Quintana

Fabio-Aru-Astana-Foto-Gianluca-Santo.png

Siamo in pieno clima classiche, ma non mancano neanche le brevi corse a tappe che riserveranno tantissimo spettacolo. Il World Tour di ciclismo maschile si anima tra sabato e lunedì: prima la Milano-Sanremo, poi scatta il Giro di Catalogna. In Spagna un percorso tutt’altro che semplice attende i corridori, pieno di tappe insidiose con tantissime ascese.

E’ la lista di partenza che però mette i brividi solamente a guardarla. Una startlist da grande corsa a tappe: al via tantissimi dei più forti scalatori al mondo. Con il numero 1, visto il successo del 2015, c’è Richie Porte, che dovrà confermarsi dopo il passaggio alla BMC. La Movistar sarà guidata dalla sua punta numero uno per le montagne: il colombiano Nairo Quintana. Nella sfida che si potrà riproporre al prossimo Tour de France saranno presenti anche Chris Froome (Maglia Gialla 2015) per il Team Sky ed il nostro Fabio Aru per l’Astana. Il sardo, campione uscente della Vuelta, già apparso in crescita alla Volta ao Algarve, vuole continuare a far progressi in vista della Grande Boucle. In casa Tinkoff invece dovrebbe esserci Alberto Contador: il Pistolero ha iniziato alla grande questo 2016, con scatti continui tra Portogallo e Parigi-Nizza.

Citati i grandi favoriti, bisogna anche parlare del contorno, che sarà davvero di livello eccezionale. A far da gregario a Froome infatti ci sarà il vincitore della recente Parigi-Nizza, Geraint Thomas, pronto a trasformarsi in uomo da corse a tappe. Zakarin e Rodriguez guidano la Katusha, mentre Esteban Chaves vuole far vedere davanti la maglia dell’Orica GreenEdge. Ryder Hesjedal sarà il capitano della Trek, Robert Gesink quello della Lotto NL Jumbo; senza dimenticare Tom Dumoulin (Giant Alpecin) e Rigoberto Uran (Cannondale).

In casa Italia, oltre al già citato Aru, assolutamente da seguire Domenico Pozzovivo (AG2R) già terzo in classifica generale da queste parti nel 2015. Per i successi parziali c’è da far attenzione a Davide Cimolai (Lampre Merida), Enrico Gasparotto (Wanty) e Davide Formolo (Cannondale).

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.bruno@oasport.it

Foto: Gianluca Santo

Lascia un commento

Top