Volley, Russia-Belgio: appello alla sportività. Risparmiateci il biscotto!

Russia-femminile-volley-Cev.jpg

E’ la sgradevole, seccante ed opprimente sensazione di non essere più padroni del proprio destino. Sapere che non basterà quanto riuscirai a fare con le tue forze, perché il tuo cammino dipenderà dalla volontà altrui.

Domani l’Italia scenderà in campo alle 18.30 con la Polonia per l’ultimo match della Pool B del pre-olimpico di volley femminile ad Ankara. Sarà una partita inutile se alle 13.00 (Diretta Live su OA Sport) il Belgio avrà battuto 3-2 la Russia. E’ l’unico risultato che ci condannerebbe automaticamente e che, al tempo stesso, qualificherebbe sia Belgio sia Russia in semifinale. A pensar male…..

Vero, la selezione tricolore si è messa da sola in questa situazione. Prima una netta sconfitta con la Russia, poi una soffertissima affermazione sul Belgio, con tanto di match-point annullato. Eppure abbandonare il torneo (e le Olimpiadi…) dopo aver ottenuto due vittorie (ipotizzando un successo sulla Polonia) e perso solo dalle campionesse d’Europa in carica lascerebbe un retrogusto amarissimo, soprattutto se il destino sarà determinato da un (tacito?) accordo di terzi.

Per questo Noi di OA lanciamo un accorato appello a Russia e Belgio: che vinca lo sport. Ci piacerebbe che entrambe le compagini scendano in campo per vincere, senza pensare a risultati e combinazioni, ma solo a prevalere sulle avversarie. Vorremmo vedere due nazionali che si affrontano con lealtà, onorando la maglia del Paese che rappresentano. Magari potrà anche finire al tie-break, ma che sia una partita vera, giocata per davvero e non decisa preventivamente a tavolino.

Ci auguriamo di non vedere episodi strani, sospetti. Una Russia che, magari in vantaggio 2-0, decide di far rifiatare le titolari e concedere la rimonta alle avversarie. Oppure, su un eventuale punteggio di 2-2, ‘lasciare’ successo e qualificazione al Belgio quasi senza lottare. Lo stesso discorso, ma all’inverso, vale naturalmente anche per le fiamminghe. C’è un solo risultato che va bene ad entrambe ed è il 3-2. In caso contrario, una delle due contendenti dovrà attendere il risultato di Italia-Polonia e sperare.

Ma è davvero possibile che una squadra scenda in campo per perdere? E’ possibile che un allenatore possa, magari cripticamente, far capire alle proprie atlete che sarebbe meglio non impegnarsi per eliminare un’avversaria scomoda, per quanto in crisi, come l’Italia? Riteniamo che qualsiasi accordo velato o tacito tra Russia e Belgio sarebbe antisportivo e sleale. Un gesto sporco, indegno. Forse passerebbero insieme, ma di sicuro entrambe perderebbero la faccia e forse anche un pezzettino d’anima. Un po’ come accaduto, di recente, a Jorge Lorenzo e Marc Marquez nel Motomondiale o a Svezia e Portogallo agli Europei Under21 di calcio. Qualcuno obietterà che nella vita conta solo il risultato. Rispondiamo dicendo che lo sport è anche altro, in primis rispetto verso gli avversari e, soprattutto, verso il Paese che si rappresenta. Per questo siamo sicuri (o, sarebbe meglio dire, ci auguriamo…) che Russia e Belgio scenderanno in campo per battersi e vincere, senza fare nessun tipo di calcolo. Risparmiateci il biscotto, in nome dello sport.

 

Articoli correlati:

Qualificazione Olimpiadi 2016 – Egonu e le giovani salvano l’Italia! Brividi e 3-2 di rabbia sul Belgio, siamo vive

Qualificazione Olimpiadi 2016 – Italia batte Belgio: le pagelle. Epifania Egonu, Diouf va, trionfo Giovine Italia

Qualificazione Olimpiadi 2016 – Appello a Russia e Belgio: evitateci il biscotto! Italia a rischio eliminazione

Qualificazione Olimpiadi 2016 – Italia qualificate alle semifinali se… Tutte le ipotesi per sognare Rio

Qualificazione Olimpiadi 2016 – Le parole dell’Italia: il “multicolore” di Diouf, gioia Egonu, entusiasmo Orro/Danesi

Qualificazione Olimpiadi 2016 – Bonitta non sa il regolamento: “Italia qualificata se…”. Ma non è vero!

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

federico.militello@oasport.it

Foto: Cev

3 thoughts on “Volley, Russia-Belgio: appello alla sportività. Risparmiateci il biscotto!”

  1. Gaiacave scrive:

    Ho più paura di non battere la Polonia che del biscotto…..
    Vedremo….

  2. Gabriele Dente scrive:

    Però può darsi anche che la Russia consideri il Belgio avversario più scomodo dell’Italia. Comunque questi regolamenti sembrano esortazioni a speculare.

  3. Luca46 scrive:

    Purtroppo non vedo perchè non dovrebbero … anche se sperare non costa niente

Lascia un commento

Top