MotoGP, Nakamoto: “Marquez atterrato dal calcio di Rossi. Lo dicono i dati”

Marquez-4-FOTOCATTAGNI.jpg

Se questo è l’inizio, aspettiamoci una settimana da Inferno dantesco in vista del decisivo GP di Valencia in programma domenica 8 novembre.

Il vice-presidente esecutivo della Honda Shuhei Nakamoto, in un’intervista rilasciata sul sito della sua scuderia, ha accusato pesantemente Valentino Rossi: “Prima di tutto, è importante parlare sui fatti, non su ipotesi. Un fatto è un fatto e vi è una sola interpretazione, mentre le ipotesi possono essere tradotte in diversi modi, a seconda di quale parte stai. Questi i fatti: 1) Marc Marquez ha vinto il GP d’Australia, superando Lorenzo all’ultimo giro, e togliendogli 5 punti in campionato. 2) Giovedì prima del GP della Malesia nella conferenza stampa pre-evento, Valentino Rossi ha accusato Marc di correre contro di lui a Phillip Island per aiutare Jorge Lorenzo. 3) Nel GP della Malesia, Rossi intenzionalmente spinto Marc fuori dalla traiettoria causandogli una collisione. La Direzione Gara lo ha sanzionato per questa azione, con la conferma dalla FIM. Questi sopra sono i fatti, gli unici che possiamo commentare, qualsiasi altra discussione sarebbe basata su ipotesi e parlare di ipotesi non farebbe che aumentare il clima negativo che stiamo affrontando in questo momento, ma non cambierà la realtà di quello che è successo“.

Il giapponese, inoltre, non ha dubbi: Marc Marquez è stato atterrato da un calcio del centauro italiano: “È chiaro che Valentino ha intenzionalmente spinto Marc verso l’esterno della pista, cosa fuori dalle regole, quindi Marc non ha avuto altra scelta se non andare largo. I dati della moto di Marc dimostrano che anche se lui stava rialzando la moto cercando di evitare il contatto con Valentino, la sua leva del freno anteriore ha improvvisamente ricevuto un colpo che ha bloccato l’anteriore, che è il motivo della sua caduta. Noi crediamo che questa pressione sia il risultato di calcio di Rossi. L’acquisizione dei dati della moto di Marc è disponibile se qualcuno dalla Dorna, FIM o i media vogliono controllare“.

Nakamoto, ovviamente, nega che Marquez abbia corso intenzionalmente contro Rossi: “Onestamente non credo che questo sia il caso. Sappiamo tutti che Marc corre sempre al 100% per ottenere il miglior risultato possibile. Ha avuto tante battaglie in carriera con molti piloti, e nessuno si è lamentato di questo. In Malesia, Marc stava faticando a inizio gara a serbatoi pieni, ha fatto un errore gara e questo ha permesso a Jorge di passare. Poi Valentino è arrivato e hanno iniziato a lottare per il terzo posto. I sorpassi erano estremi, ma sicuri, da entrambi i piloti. Due dei più grandi campioni che abbiamo visto combattere insieme in pista“.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

FOTOCATTAGNI

 

Lascia un commento

Top