Golf, Qualifying School: festa Italia in Spagna, in quattro nell’European Tour 2016

1977236_731159193583158_1244561367_n.jpg

Edoardo Molinari


Poker di sorrisi per l’Italia golfistica nel Final Stage della Qualifying School dell’European Tour, il torneo che mette a disposizione i pass per giocare nel circuito internazionale a tempo pieno ai primi 25 (e pari merito) in classifica. Francesco Laporta, Nino Bertasio, Nicolò Ravano e Edoardo Molinari escono vittoriosi dalla maratona di sei round sul PGA Catalunya di Girona (Spagna) e possono festeggiare le proprie ‘carte’ per il prossimo anno, che mantengono stabile il contingente italiano nel Tour con sette golfisti: i quattro, infatti, raggiungono Francesco Molinari, Renato Paratore e Matteo Manassero.

Il miglior azzurro della settimana è stato Laporta, impegnato nelle ultime stagioni sul Sunshine Tour in Sudafrica. Il 25enne, nativo di Castellana Grotte in provincia di Bari, si è conquistato la promozione con un ottimo 13esimo posto (-10), frutto di un rendimento sempre costante nell’arco dell’estenuante tour de force a cui vengono sottoposti i giocatori (69 68 67 74 69 71). Nella giornata odierna il pugliese ha tremato soltanto alla buca 17 quando è arrivato un doppio bogey, comunque troppo tardi per rovinare tutto. Si è fermato al 19esimo posto, invece, Bertasio, con lo score di -9. Il 27enne nato a Zurigo, come Laporta, è alla sua prima qualificazione nell’European Tour, costruita soprattutto nei giri precedenti piuttosto che oggi (71 68 66 71 69 74), in cui l’azzurro ha faticato con tre bogey ed un solo birdie.

Qualificazione ottenuta sul filo di lana, invece, per Dodo Molinari e Ravano. In particolare, il torinese ha tirato fuori gli artigli e la grinta di un leone nelle seconde nove odierne, in cui ha messo a segno ben quattro birdie per risalire la classifica fino alla 24esima posizione (-7, 66 77 71 68 70 69), l’ultima utile per strappare il biglietto per l’European Tour. Il maggiore dei fratelli Molinari evita quindi di restare tagliato fuori dai tornei principali del circuito, sebbene Dodo abbia rischiato di pagare pesantemente il blackout del secondo round (chiuso in +5). Prima volta, invece, per il 31enne Ravano, che rischia di rovinare tutto con un 73 (+1) prima di riuscire a salvare il bottino al termine di una settimana conclusa in calando, ma scoppiettante nella parte iniziale (75 65 65 72 71 73).

Il torneo è stato vinto, a pari merito, dallo spagnolo Adrian Otaegui, dallo statunitense Daniel Im e dal sudafricano Ulrich van den Berg con il punteggio di -18.

Nulla da fare, invece, per gli altri italiani impegnati. Filippo Bergamaschi, nonostante un 67 e un 65 iniziale, dilapida tutto con due 75 consecutivi e chiude in 54esima posizione (-2). Mai davvero in corsa Matteo Delpodio e Lorenzo Gagli, rispettivamente 60esimo (-1) e 71esimo (+3). Fuori al taglio Alessandro Tadini e Marco Crespi.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla pagina dedicata al golf!
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Twitter: @panstweet

Lascia un commento

Top