Volley, Europei 2015 – Le 7 favorite ai raggi X: che lotta per il titolo! Italia, Russia, Polonia, Francia e…

WinnerFIVBWorldLeague2ndgroupFrance.jpg

Saranno gli Europei di volley maschile più combattuti di sempre. Dal 9 al 18 ottobre, tra Italia e Bulgaria, sono ben sette le formazioni che sulla carta possono puntare alla conquista del titolo: Italia, Russia, Polonia, Serbia, Francia, Germania, Bulgaria.

Analizziamo più da vicino le sette potenze del Vecchio Continente (naturalmente per l’Italia rimandiamo agli approfondimenti specifici già realizzati sui nostri azzurri).

 

RUSSIA –

Campioni Olimpici e Campioni d’Europa. I titoli sono dalla parte dell’Armata di Alekno reduce però da una stagione molto deludente: sconfitte su sconfitte in World League, quarto posto in Coppa del Mondo dove non sono stati capaci di vincere nemmeno un big match.

La sensazione è che la squadra non sia completamente registrata, che ci sia parecchia confusione nei ruoli e nei fondamentali, che manchi la convinzione anche nelle cose più semplici. Muserskiy spostato opposto, Mykhaylov buon schiacciatore, rispolverato il 40enne Tetyukhin che però non sarà presente agli Europei, Spiridonov praticamente lasciato in panca per l’intera spedizione nipponica e Sivozhelez usato con il contagocce.

Molto dipenderà da come si saranno riorganizzati in queste due settimane e dalla rabbia che avranno in corpo per riscattarsi. Fanno sempre molta paura, questo è innegabile. Potrebbero essere l’avversario dell’Italia ai quarti di finale.

 

POLONIA –

I Campioni del Mondo si presentano per cercare il bis dopo l’apoteosi iridata ma sono scottati dal ko contro l’Italia che è costato la qualificazione alle Olimpiadi 2016.

Potranno fare affidamento su un tabellone abbastanza semplice fino alle semifinali che prevede il Belgio nel girone eliminatorio e poi o Bulgaria o Germania ai quarti di finale. Squadra solidissima, senza grossi punti deboli, affidata alla stella Kurek, agli attacchi di Kubiak, al servizio pungente di Bieniek.

 

SERBIA –

Hanno vinto nel 2013, hanno disputato la Finale della World League e sono tra le superfavorite per il successo finale che passerà comunque da una prima parte di torneo davvero durissimo: la sfida contro la Russia nel girone e poi o Francia o Italia ai quarti di finale.

Nelle ultime amichevoli qualche passo falso ma la squadra è davvero di primissima fascia, con molte individualità di spicco che militano nel nostro campionato. Fortissimi a muro e al servizio, proprio su quei fondamentali possono costruire i loro successi. Le bordate di Atanasijevic fanno paura a tutti, l’estro di Jovovic, l’abilità ricettiva di Petric, le stampate di Stankovic e Podrascanin, le abilità di Kovacevic e Starovic.

 

FRANCIA –

Hanno vinto l’ultima World League sconfiggendo Brasile, Polonia e Serbia, sono stati quarti agli ultimi Mondiali. Squadra in grandissima crescita, esplosa nelle ultime stagioni ed entrata di diritto nell’elite planetaria del volley.

La grande potenza di Ngapeth, l’ottima verve offensiva di Rouzier, la regia di Toniutti e le lucidità di Tillie (figlio del CT) puntellano una formazione dall’ottimo potenziale e che potrebbe togliersi soddisfazioni molto importanti.

Sarà il primo grande avversario dell’Italia nel girone eliminatorio di Torino, poi per loro il quarto di finale contro o Serbia o Russia.

 

BULGARIA –

Squadra padrona di casa, vuole regalare una grande gioia al suo pubblico che riempirà la Armeec Arena di Sòfia per l’intera durata del torneo. In Patria questo appuntamento è sentitissimo, la tensione è molta, la voglia di rivalsa ha raggiunto livelli incandescenti.

Il volley bulgaro non sta passando un bel momento dopo il quarto posto alle Olimpiadi di Londra: delle World League complicate, la semifinale persa agli ultimi Europei, panchina sempre travagliata.

Todor Skrimov, Viktor Yosifov, Teodor Todorov e Nikolay Penchev proveranno a dare la scossa ma sarà tutt’altro che facile. Squadra sempre ostica, soprattutto psicologicamente e molto temibile: per arrivare fino in fondo bisognerà fare i conti con loro.

 

GERMANIA –

Al contrario della Bulgaria stanno affrontando un momento meraviglioso. Dopo la spettacolare medaglia di bronzo agli ultimi Mondiali è arrivata anche la (facile) vittoria agli European Games di Baku e ora puntano dritti a un grande Europeo con vetrina sulla qualificazione alle Olimpiadi.

Squadra estremamente votata all’attacco ma ben solida in tutti i fondamentali, collettivo compatto in grado di mettere in difficoltà molte squadre, soprattutto se gioca costantemente sui suoi ritmi e se riesce ad avere la meglio anche in probabili scambi lunghi. Molte stelle si conoscono anche perché giocano nel nostro campionato: Christian Froom, Denys Kaliberda, Gyorgy Grozer e Sebastian Schwarz sono in grado di fare molto male.

 

Da non sottovalutare l’emergente BELGIO e la SLOVENIA di Andrea Giani. Le altre formazioni sembrano nettamente inferiori alle già citate sette favorite per il titolo. Triste la situazione dell’OLANDA, nobile decaduta che per arrivare fin qui è dovuta passare addirittura dai ripescaggi finali del torneo di qualificazione.

 

Articoli correlati:

Europei 2015 – Programma, orari e tv: Italia padrona di casa per una magia

Europei 2015 – Come comprare i biglietti per Torino e Busto Arsizio

Europei 2015 – Italia padrona di casa per la quarta volta: i palazzetti di Torino e Busto Arsizio

Europei 2015 – Le 7 favorite per il titolo ai raggi X: che lotta! Italia, Russia, Polonia, Francia, Serbia…

Europei 2015 – Italia, i 14 azzurri convocati: confermato il gruppo di Coppa del Mondo

Europei 2015 – Italia, i 14 azzurri ai raggi X. Zaytsev e Juantorena a caccia di una nuova impresa

Europei 2015 – Italia, squadra che vince non si cambia. Zaytsev&Co dalla Coppa del Mondo per…

Europei 2015 – Italia, torna a casa 10 anni dopo l’ultimo trionfo! Per spezzare il digiuno? I 4 precedenti in Italia

Tag

Lascia un commento

Top