Valentino Rossi: “Non volevo farlo cadere. Avevo ragione su Marquez: voleva farmi perdere e ci è riuscito!”

Valentino-Rossi-7-FOTOCATTAGNI.jpg

Valentino Rossi ha commentato l’incidente di gara con Marc Marquez a Sepang, costatogli una penalizzazione pesantissima: partirà dall’ultimo posto nel decisivo GP di Valencia.

Non dovevo arrivare a questa fase, mi sarei voluto solo giocare il Mondiale con Jorge (Lorenzo, ndr). Marquez ha dimostrato che quanto dicevo giovedì era vero. Speravo che, smascherandolo apertamente, si fosse comportato diversamente, invece ha fatto anche peggio che a Phillip Island“.

Non volevo farlo cadere, non era assolutamente mia intenzione. Mi ha portato allo sfinimento, volevo solo fargli perdere un po’ di tempo, perché mi stava facendo un attacco scorretto. Ci siamo toccati, ma non è assolutamente vero che gli ho dato un calcio. Dall’elicottero si vede benissimo. Lui ha cercato di curvare, mi ha toccato con il manubrio. Io ho perso il piede dalla pedana, ma lui era già caduto. Volevo solo avvertirlo, ma è andata così“.

Il mio non è stato un fallo di reazione, volevo solo rallentarlo e mandarlo fuori traiettoria. E’ un epilogo brutto per tutti, sarebbe stato bello giocarsela con Lorenzo, ma Marquez si è messo in testa che doveva decidere lui chi avrebbe potuto vincere. Abbiamo visto poche volte una cosa del genere nella storia dello sport, Marquez ha fatto una bruttissima figura“.

In Australia era stato un po’ più tranquillo, qui l’ha fatto proprio apposta, anche in rettilineo non dava tutto il gas. Con questa sanzione ha vinto Marquez. Il suo piano di farmi perdere è andato a buon fine. La sanzione non è giusta perché non volevo farlo cadere“.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

FOTOCATTAGNI

federico.militello@oasport.it

Lascia un commento

Top