Volley, Coppa del Mondo – L’Italia vola sul Giappone: le pagelle. Domina Zaytsev, Juantorena in ripresa

GalleryPic-17.jpg

L’Italia ha sconfitto il Giappone nella quinta giornata della Coppa del Mondo 2015 di volley maschile (clicca qui per la cronaca). Di seguito il consueto commento e le pagelle degli azzurri.

 

ITALIA: 7. Bravi a rialzarsi subito dopo la cocente sconfitta contro gli USA. Gli azzurri soffrono la verve dei nipponici che davvero non mollano fino alla fine, ma li domano sfruttando un maggior tasso tecnico e la capacità di piazzare il break decisivo nei momenti caldi. Reggono i fondamentali, pochi gli errori anche se non bisogna esaltarsi: gli avversari erano sì supportati dalla bolgia di Hiroshima e hanno un cuore infinito ma non erano certamente un ostacolo insormontabile (anzi…).

Ora ci sono due giorni di riposo durante i quali, oltre a trasferirsi a Osaka, bisognerà analizzare bene il percorso fatto, capire gli errori, individuare i rimedi, rimboccarsi le maniche e cercare tre successi (contro Iran difficile, poi discese su Venezuela e Tunisia) per presentarsi al meglio a Tokyo quando ci giocheremo il pass olimpico contro Polonia e Russia.

 

IVAN ZAYTSEV: 8. Basterebbe la serie finale al servizio per ergerlo a MVP dell’incontro: 4 aces consecutivi nel terzo set, partita chiusa, 3-0 e tutti a casa. Lo Zar ripete il numero realizzato lo scorso anno alle Final Six di World League contro gli USA. Picchia forte, vince il secondo peluche, si conferma ad altissimi livelli in questa Coppa del Mondo: è davvero l’uomo in più di questa Italia condotta al quarto successo. Il tabellino parlerà di 16 punti (5 aces).

OSMANY JUANTORENA: 7. L’occasione era buona per iniziare a mettere un po’ di ritmo nelle gambe. La Pantera ha bisogno di rimettere in moto tutta la sua macchina, forse ancora troppo inceppata e fluida. La batosta presa contro gli USA sembra avergli dato una sveglia, anche se oggi fatica nei primi due parziali dove comunque risponde con una buona ricezione. All’inizio del terzo set mostra però tutto il suo potenziale: una serie infinita al servizio, 3 aces, facilita la vita ai compagni e si crea un solco incolmabile. 13 punti complessivi e un po’ di fiducia in vista degli impegni che contano.

 

SIMONE GIANNELLI: 6,5. Oggi può spaziare su tutto il fronte d’attacco, Juantorena non è in crisi come contro gli USA, può sfruttare anche Lanza e qualche raro primo tempo. Buona presenza a muro, da vero palleggiatore moderno qual è (3 stampate). Ordinario e preciso, nonostante qualche sbavatura comunque ben camuffata.

FILIPPO LANZA: 6,5. Fa egregiamente il suo, sia in attacco che in ricezione. Poco appariscente ma estremamente efficace, tassello importante nello scacchiere azzurro a cui regalerà comunque 10 punti con il 50% in fase offensiva.

 

MATTEO PIANO: 6,5. Si invocavano i muri nel secondo parziale quando il Giappone non ci lasciava scappare. Il fondamentale latitava e il nostro centrale sembra ascoltarci (insieme a Giannelli): ne produrrà ben 3, chiuderà con 6 punti complessivi, confermando un buon avvio di Coppa del Mondo.

MASSIMO COLACI: 6. L’attacco nipponico non lo costringe a inventarsi dei numeri allucinanti, ma quando viene chiamato in causa risponde sempre presente. Nel secondo set tira su un pallone impossibile che poi porterà al punto di Zaytsev.

SIMONE BUTI: 6. Il capitano non deve fare più di tanto ma ritorna a un livello sufficiente dopo delle brutte apparizioni contro USA ed Egitto.

DANIELE SOTTILE: S.V. Consueti scampoli finali nel primo e secondo set.

LUCA VETTORI: S.V. Ritrova spazio negli ultimi frangenti del terzo set dopo i disastrosi scambi contro gli USA quando Zaytsev era uscito per medicare la caviglia.

Non entrati: OLEG ANTONOV, SIMONE ANZANI, IACOPO MASSARI, SALVATORE ROSSINI, GIULIO SABBI.

 

Articoli correlati: 

Coppa del Mondo 2015 – Italia, tutto facile sul Giappone. Che serie di Zaytsev al servizio

Coppa del Mondo 2015 – L’Italia vola sul Giappone: le pagelle. Domina Zaytsev, Juantorena in ripresa

Coppa del Mondo 2015 – Russia batte Iran, USA e Polonia imbattute. Tutti i risultati e la nuova classifica

 

(foto FIVB)

Lascia un commento

Top