Judo, caso Maddaloni – Malagò: “Fissato incontro dopo i Mondiali. Risolviamo situazione imbarazzante”

Pino-Maddaloni.jpg

Il ribattezzato “caso Maddaloni” giungerà a una conclusione dopo i Mondiali di judo che scatteranno a breve ad Astana (Kazakhstan).

Il caos che ha sconvolto il judo italiano verrà affrontato dopo la rassegna iridata dalla leggenda Pino Maddaloni, Campione Olimpico a Sydney 2000 e responsabile tecnico della Nazionale maschile, e da Mimmo Falcone, presidente della Fijlkam con la fondamentale mediazione da Giovanni Malagò, Presidente del Coni.

 

Queste le dichiarazioni del numero 1 dello sport azzurro rilasciate alla Gazzetta dello Sport: “Il Coni è vigile, con il presidente Falcone, Maddaloni, il segretario generale Fabbricini e il responsabile della preparazione olimpica Mornati abbiamo fissato un incontro dopo le vacanze e i Mondiali per trovare il bandolo di una storia molto complicata e sicuramente imbarazzante. Ce la metterò tutta per cercare una soluzione condivisa”.

 

ARTICOLI CORRELATI
* Il talento di Pino Maddaloni. “Lo perderemo come Ezio Gamba”
*
Ombre su Tel Aviv. Che ci fa Di Loreto? La versione federale fa ancora acqua
* Tagliate anche Cantoni e Marchiò. Quando la medaglia europea non basta
* La federazione giustifica le sue scelte, ma non convince sul “caso Maddaloni”
Marco Maddaloni: “Allenamenti estenuanti, congedato alla vigilia del Mondiale”
Pino Maddaloni si è dimesso? Caos in casa azzurra
Italia a ranghi ridotti, nove i convocati

 

One thought on “Judo, caso Maddaloni – Malagò: “Fissato incontro dopo i Mondiali. Risolviamo situazione imbarazzante””

  1. ale sandro scrive:

    “Il Coni è (nonno) vigile..”. Mi raccomando sempre tempestività , la parola d’ordine. Notevole anche uno dei nomi presenti nel virgolettato, praticamente da una poltrona all’altra. Non c’è che dire, tanto di cappello perché bisogna essere proprio bravi in certe cose. In tutto questo massima solidarietà a Pino Maddaloni.

Lascia un commento

Top