Boxe, Europei 2015: l’Italia scopre Francesco Maietta. Anche Cavallaro in semifinale!

Salvatore-Cavallaro-Boxe-Pagina-FB-Fip.jpg

Francesco Maietta e Salvatore Cavallaro approdano in semifinale agli Europei di boxe a Samokov (Bulgaria) e, conseguentemente, sono già certi di aver vinto almeno una medaglia di bronzo. Staccato anche il pass per i Mondiali di Doha in programma ad ottobre.

Davvero ottima l’impressione destata dal peso gallo Francesco Maietta. Appena 19enne, il pugile di Marcianise ha interpretato l’incontro con sconfinata personalità, non lasciando scampo al turco Nurettin Ovat. L’azzurro ha messo le cose in chiaro sin dalla prima ripresa, tempestando di colpi l’avversario e bruciandolo sistematicamente in velocità. Mai siluri isolati da parte dell’italiano, ma sempre un diretto sinistro a cui si aggiunge un preciso gancio destro. Il divario si amplifica ulteriormente nelle due riprese successive, quando Maietta mette più volte all’angolo il rivale anatolico, scardinandone la guardia con dei potenti ganci sinistri. A sorpresa (anche se non è una novità in questi Europei), un giudice ha interpretato l’incontro in tutt’altro modo, privando il campano del meritatissimo verdetto unanime. Tuttavia, pur se per split decision (30-27, 30-26, 28-29), Maietta si aggiudica un match stra-dominato e conquista la prima medaglia importante della carriera. Ora in semifinale affronterà l’irlandese Michael John Conlan, vice-campione d’Europa in carica, bronzo alle Olimpiadi di Londra 2012 e vincitore dei Giochi del Commonwealth 2014. Insomma, un test probante ed affascinante per l’azzurrino nel percorso verso il gotha della categoria.

Affermazione nitida e senza discussioni anche per il medio Salvatore Cavallaro. Premessa: a causa di una ferita all’arcata sopraccigliare destra in cui è incappato nel corso dei sedicesimi con il tedesco Denis Radovan, il siciliano è obbligato ad attuare un pugilato atipico per le sue caratteristiche, fatto di attendismo e rimessa. Ciò nonostante, ha mostrato una grande padronanza tattica, riuscendo a sovrastare senza problemi il britannico Troy Williamson. Quest’ultimo è sempre stato preso sul tempo dall’azzurro, il cui match ha preso il via con un terrificante gancio destro che per poco non ha messo al tappeto l’avversario. Mobile sulle gambe, Cavallaro non ha lasciato scampo al pugile d’Oltremanica, imponendosi con verdetto unanime, nonostante un warnig inflittogli dall’arbitro nel corso della seconda ripresa: 28-28, 29-27, 29-27. In semifinale il 20enne siculo se la vedrà con il polacco Tomasz Jablonski. Si tratta di una rivincita: i due si sono già affrontati lo scorso mese di febbraio nelle WSB, quando il rivale del Centro Europa si impose ai punti con verdetto unanime, meritandosi qualche settimana dopo anche la palma di miglior pugile della settimana nelle World Series of Boxing. Insomma, un avversario decisamente insidioso, ma non fuori portata per Cavallaro.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

federico.militello@oasport.it

Foto: Pagina FB FPI

Lascia un commento

Top