Atletica, Mondiali 2015 – Prima giornata: risultati e qualificati alle Finali. I big non si nascondono, sfide a distanza

Atletica-David-Rudisha.jpg

David Rudisha


Prima giornata di batterie/qualificazioni ai Mondiali 2015 di atletica leggera che a Pechino (Cina) hanno assegnato anche le prime medaglie.

 

MARATONA (maschile):

Assegnate le prime medaglie ai Mondiali 2015 di atletica leggera. Vittoria a sorpresa per l’eritreo Ghirmay Ghebreslassie (2h12:28), argento all’etiope Yemane Tsegay (2h13:08), bronzo all’ugandese Munyo Solomon Mutai (2h13:30). CLICCA QUI per la cronaca completa

 

LANCIO DEL MARTELLO (maschile) – Turno di qualificazione:

Il polacco Pawel Fajdek, superfavorito per il titolo, mette subito in chiaro le cose con una bordata da 78.38 metri. L’altro atleta a raggiungere la norma di qualifica fissata a 77 metri e il sorprendente britannico Nick Miller che ora sogna di ripetere il colpaccio quando saranno messe in palio le medaglie (77.42).

L’altro favorito Krisztian Pars fatica e passa solo con la nona misura (75.37), un soffio peggio dell’egiziano Mostafa Elgamel (75.48 per l’uomo da podio secondo le liste stagionali). Non delude le aspettative il russo Sergej Litvinov (76.79). Accedono alla Finale anche l’altro polacco Wojciech Nowicki (76.72), il qatarino Ashraf Amgad Elseify (76.51), il finlandese David Soderberg (75.96), il tajiko Dilshod Nazarov (75.56), il cubano Roberto Janet (75.28), il finlandese Tuomas Seppanen (74.74) e lo slovacco Marcel Lomnicky (74.51).

 

GETTO DEL PESO (femminile) – Turno di qualificazione:

Le favorite per le medaglie non si nascondono e fanno subito capire che questa sera sarà grande battaglia per laurearsi Campionessa del Mondo. L’assenza della Regina Valerie Adams offre alla tedesca Christina Schwanitz (19.39), alla statunitense Michelle Carter (19.22) e alla cinese Lijiao Gong (19.11) l’occasione della vita.

Le tre stelle hanno ottenuto la norma di qualifica fissata a 18.30 proprio come altre quattro atlete: l’ungherese Anita Marton (18.85), la bielorussa Natallia Mihnevich (18.57), la trinidegna Cleopatra Borel (18.55), la bielorussa Aliona Dubitskaya (18.51).

Accedono alla Finale anche la cilena Natalia Duco (18.29), la cinese Yang Gao (18.21), la statunitense Jeneva Stevens (18.05), la bielorussa Yuliya Leantsiuk (17.96), la polacca Paulina Guba (17.73).

 

800 METRI (maschile) – Batterie:

Interessantissima battaglia a distanza tra i big che si ritroveranno più riavvicinati in semifinale. Il primatista mondiale stagionale Amel Tuka vince la terza serie in 1:46.12, il forte polacco Adam Kszczot domina la quinta (1:46.62), il Campione Olimpico David Rudisha vince la sesta con un alto 1:48.31, il Campione del Mondo Mohamed Aman ha la meglio nella seconda (1:47.87) precedendo Pierre-Ambroise Bosse (1:47.89), il vicecampione olimpico Nijel Amos ha inaugurato la disciplina vincendo la prima serie (1:47.23), i migliori tempi vengono dalla quarta serie vinta dal kenyota Ferguson Rotich (1:45.83).

1500 METRI (maschile) – Batterie:

Tutto facile per la stella Genzebe Dibaba che passeggia da primatista mondiale qual è (4:02.59). Abeba Aregawi, Campioness del Mondo in carica ma non al top della forma, strappa il pass con un alto 4:10.77 nella prima serie vinta dall’olandese Sifan Hissan (4:09.52).

 

3000 METRI SIEPI (maschile) – Batterie:

La terza serie è ovviamente la più veloce. I primi sette strappano il pass (e avranno i sei migliori tempi complessivi del turno), trascinati dal favorito kenyota Ezekiel Kemboi (8:24.75), dal promettente marocchino Brahim Taleb (8:24.84) e dall’altro kenyota Brimin Kipruto (8:24.95). Avanzano anche il polacco Krystian Zalewski (8:25.10), lo statunitense Daniel Huling (8:25.34), l’etiope Hailemariyam Amare (8:25.36) e l’algerino Hicham Bouchicha (8:30.07, ultimo crono per il ripescaggio).

La seconda serie premia il kenyota Jairus Kipchoge Birech (8:25.77) sicuro protagonista per le medaglie che regola l’algerino Bilal Tabti (8:26.99), portandosi dietro lo statunitense Donald Cabral (8:27.33), l’etiope Tolosa Nurgi (8:27.65), il marocchino Hamid Ezzine (8:29.26).

Completano il parterre i tre classificati della prima batteria: il kenyota Conseslus Kiprto (8:41.41), lo statunitense Evan Jager (8:41.51) e il canadese Matthew Hughes (8:41.52).

 

EPTATHLON:

Dopo le prime due fatiche (100 metri ostacoli e salto in alto) conduce la britannica Jessica Ennis (2192) sulla connazionale Katarina Johnson-Thompson (2162) e sull’olandese Nadine Visser (2131). Subito dietro la favorita canadese Brianne Theisen Eaton (2105).

 

Articoli correlati:

Mondiali 2015 – Prima giornata: l’Italia sorride solo in Maratona, male in pista. Eliminati Rosa, Lingua, Magnani, Benedetti

Mondiali 2015 – Prima giornata: risultati e qualificati alle Finali. Duelli a distanza tra i big: Dibaba facile, bei 800m, peso in chiaro, Fajdek c’è

Mondiali 2015 – Sorpresa dalla Maratona: il primo oro è dell’Eritrea. Grande Italia: Pertile quarto, Meucci ottavo

Tag

Lascia un commento

Top