Atletica, Mondiali Pechino 2015: il primo oro va all’Eritrea, Pertile splendido quarto della maratona

Ghirmay-Ghebreselassie-IAAF-World-Athletics-Club-FB.png

Va all’Eritrea la prima medaglia d’oro dei Campionati Mondiali di Atletica 2015, quella della maratona maschile. Sulle strade di Pechino ha infatti primeggiato il giovane Ghirmay Ghebreselassie, non ancora ventenne, che ha chiuso una gara molto tattica e ricca di capovolgimenti di fronte con il tempo di 2h12’27”, un crono non eccezionale figlio proprio della fisionomia della gara e delle temperature alte della capitale cinese.

Ghebreselassie è stato il primo a raggiungere e staccare, nel finale della gara, il sorprendente fuggitivo Tsepo Ramonene (Lesotho, alla fine quattordicesimo), ma ha dovuto fare i conti anche con l’etiope Yemane Tsegay, capace di raggiungere l’eritreo dopo essere stato a pochi metri di distacco dal futuro campione mondiale. Tsegay si sarebbe poi staccato definitivamente, chiudendo alla piazza d’onore in 2h13″07. La medaglia di bronzo è invece andata al collo dell’ugandese Munyo Solomon Mutai in 2h13″29, per un podio tutto africano che però non vede nessun rappresentante del Kenya, Paese che partiva con i favori del pronostico ma che ha subito un inatteso naufragio (il migliore, Mark Korir, ha chiuso ventiduesimo).

Per i colori azzurri è arrivato uno splendido quarto posto con Ruggero Pertile, distante quasi un minuto dal podio (2h14’22”) ma grande protagonista di tutta la gara assieme a Daniele Meucci, ottavo sul traguardo (2’14″53, beffato nella volata per il settimo posto dall’etiope Lelisa Desisa e da un’organizzazione che si è dimenticata di segnalare correttamente la linea d’arrivo). Gli italiani hanno animato a lungo la gara, tentando azioni di coppia e diverse fughe, ma alla fine hanno dovuto cedere allo strapotere africano pur restando nelle migliori due posizioni del resto del mondo.

Da segnalare anche il sesto posto di Stephen Kiprotich, l’ugandese che lascia così il suo titolo mondiale ma che l’anno prossimo sarà chiamato a difendere quello olimpico vinto a Londra 2012. Davanti a lui, in quinta posizione, ha chiuso invece Shumi Dechasa, etiope che gareggia per il Bahrein.

Articoli correlati:

Mondiali 2015 – Prima giornata: l’Italia sorride solo in Maratona, male in pista. Eliminati Rosa, Lingua, Magnani, Benedetti

Mondiali 2015 – Prima giornata: risultati e qualificati alle Finali. Duelli a distanza tra i big: Dibaba facile, bei 800m, peso in chiaro, Fajdek c’è

Mondiali 2015 – Sorpresa dalla Maratona: il primo oro è dell’Eritrea. Grande Italia: Pertile quarto, Meucci ottavo

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: IAAF World Athletics Club (pagina Facebook)

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top