Superbike: Max Biaggi di nuovo in pista! Il ritorno del Corsaro

Max-Biaggi-Superbike-Libera-Wikipedia.jpg

La notizia era nell’aria da tempo, ora, secondo quanto riferisce la Gazzetta dello Sport, manca solo l’ufficialità: Max Biaggi tornerà a gareggiare in superbike!

Il fuoriclasse romano si era ritirato da vincente al termine della stagione 2012, dopo aver conquistato due dei sei Mondiali tra le derivate di serie cui ha preso parte (cui si aggiungono le quattro corone iridate in 250 nel Motomondiale). Nella sua nuova vita, tuttavia, non era mai riuscito a restare lontano dal rombo dei motori a due ruote: dal ruolo di tester per l’Aprilia, al commento tecnico della superbike su Italia1.

Proprio l’Aprilia dovrebbe ora regalare al fuoriclasse romano due wild-card per i Round Sbk di Misano (21 giugno) e Sepang (2 agosto).

Si tratta di una soluzione ideale per tutte le parti interessate alla vicenda. Proprio dal ritiro del ‘Corsaro’ nel 2012, il Mondiale superbike ha perso progressivamente interesse, mancando un vero e proprio personaggio in grado di generare picchi di audience; il Campionato attuale, inoltre, rischia di rivelarsi una noia mortale da qui al termine della stagione, con il britannico Jonathan Rea (Kawasaki) che guida la classifica con ben 101 punti di vantaggio sul connazionale Leon Haslam. Proprio quest’ultimo, inoltre, ha deluso le aspettative dell’Aprilia, vincendo solo gara-2 del round inaugurale in Australia.

Infine, spinge per un ritorno di Biaggi anche Mediaset, che potrebbe sperimentare il commento tecnico…direttamente dalla moto (ma solo fino al giro di ricognizione).

Ultima, ma non in ordine di importanza, c’è anche la voglia del Corsaro di dimostrare di essere ancora in grado di battagliare con chiunque alla veneranda età di 44 anni. Il pilota italiano può contare su una forma fisica davvero invidiabile, così come inducono all’ottimismo i test effettuati a Misano con l’Aprilia, dove ha fatto segnare (ufficiosamente) tempi vicinissimi a quelli di Tom Sykes, che sul circuito romagnolo si impose nel 2014.

Con Valentino Rossi in piena lotta per il titolo in MotoGP, l’Italia ritrova ora un’altra leggenda storica, probabilmente il terzo centauro nostrano più grande di tutti i tempi dopo lo stesso Rossi e Giacomo Agostini. E’ presto per dire se le wild-card resteranno più che altro una geniale trovata legata al marketing o se rappresentino le fondamenta di un ritorno a tempo pieno in ottica 2016. Di certo il ritorno del Corsaro sin da ora scalda i cuori e la fantasia degli appassionati.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

federico.militello@oasport.it

Foto: Wikipedia creative commons

Tag

Lascia un commento

Top