Seguici su

Basket

NBA, risultati della notte (9 marzo): Russell colpisce, Lakers vittoriosi sui Bucks. Oklahoma City approfitta del ko dei Timberwolves

Pubblicato

il

D'Angelo Russell
Russell / LaPresse

Notte NBA da otto partite, quella che si è appena andata a concludere. Quanto accaduto in giornata mette in chiaro alcune situazioni che, se non sanno di verdetti, ci vanno vicino. In particolare, gli Atlanta Hawks, a Est, sembrerebbero avere ormai il play-in quasi assicurato (+4 vittorie sui Brooklyn Nets), e lo stesso può dirsi per i Golden State Warriors (+5 vittorie su Houston Rockets e Utah Jazz) ad Ovest, dove però c’è lotta furiosa per il primo posto.

Molto passa anche da incontri come quello con cui i Los Angeles Lakers (35-30) riescono a battere i Milwaukee Bucks (41-23) per 123-122 con tiro decisivo di un redivivo D’Angelo Russell, che stampa una performance degna dei suoi tempi migliori con 44 punti e 9 assist, riuscendo a fare bene le veci dell’assente LeBron James. Per i Lakers anche 22 e 13 rimbalzi di Anthony Davis, dall’altra parte non bastano la tripla doppia (34-14-12) di Giannis Antetokounmpo e i 28 con 12 assist di Damian Lillard. 3’12” senza incidere per Danilo Gallinari. A proposito di finali incerti, è solo l’overtime a dirimere la questione tra Cleveland Cavaliers (41-22) e Minnesota Timberwolves (44-20): 113-104 per i primi, che dominano il supplementare sulle ali di Darius Garland (34 punti) e Jarrett Allen (33 e 18). Per i T’Wolves 34 dalla panchina di Naz Reid.

Vittoria importante per gli Oklahoma City Thunder (44-19), che battendo per 107-100 i Miami Heat (35-28) sfruttano la sconfitta di Minnesota per balzare in testa a Ovest. Il solito mattatore è Shai Gilgeous-Alexander a quota 37 punti, mentre agli Heat non basta un grande Jaime Jaquez Jr. dalla panchina (25 punti per lui). Bene anche i New York Knicks (37-26), che sfruttano una giornata no totale degli Orlando Magic (37-27) al tiro (34,2% dal campo): 98-74 il finale, con 26 punti di Jalen Brunson da una parte e 23 di Paolo Banchero (e il quasi nulla intorno) dall’altra.

Basket, l’Olimpia Milano è ancora viva in Eurolega. Napier piega il Partizan all’ultimo tiro

I New Orleans Pelicans (38-25) piazzano un bel colpo esterno sul campo dei Philadelphia 76ers (35-28): 95-103 con Zion Williamson che il suo lo fa eccome con 23 punti e 12 rimbalzi, aiutato dai 19 di Naji Marshall. Per i Sixers 21 e 10 di Tobias Harris e 20 di Kelly Oubre Jr., ma anche soli 6 da Kyle Lowry. Trovano un successo di grande importanza gli Atlanta Hawks (29-34) contro i Memphis Grizzlies (22-42): nel 92-99 c’è una quota importante di Dejounte Murray, autore di 41 punti e trascinatore contro i 21 di un Jaren Jackson Jr. che, comunque, male non fa.

Vincono anche gli Houston Rockets (28-35), anche se la loro situazione non è di estrema sicurezza, come abbiamo visto. Rimane l’importanza del 107-123 contro i Portland Trail Blazers (17-45), contrassegnato dai 27 punti di Jalen Green, dai 6 uomini in doppia cifra e dai 30 di Dalano Banton dall’altra parte. Infine, i Washington Wizards (10-53) entrano in doppia cifra di vittorie battendo gli Charlotte Hornets (15-48) per 112-100 in virtù dei 28 punti di Kyle Kuzma, per buona misura. Per gli Hornets 32 e 12 rimbalzi di Miles Bridges.

RISULTATI DELLA NOTTE NBA

Washington Wizards-Charlotte Hornets 112-100
Philadelphia 76ers-New Orleans Pelicans 95-103
New York Knicks-Orlando Magic 98-74
Cleveland Cavaliers-Minnesota Timberwolves 113-104 dts
Oklahoma City Thunder-Miami Heat 107-100
Memphis Grizzlies-Atlanta Hawks 92-99
Portland Trail Blazers-Houston Rockets 107-123
Los Angeles Lakers-Milwaukee Bucks 123-122