Seguici su

Pallavolo

Volley, ostacoli duri per il tris italiano di Champions: quanti ex Superlega per Berlino, Jasztrebski Wegiel e Halkbank

Pubblicato

il

Trento
Trento/Ipa

Non ci sarà il poker dello Zaksa in Europa perchè i polacchi non sono riusciti ad entrare fra e prime otto e l’Italia vuole provare a risalire sul trono continentale a cinque anni di distanza dal trionfo di Civitanova a Berlino. Si può fare ma la strada è impervia a partire dai quarti di finale dove le squadre italiane non potranno distrarsi. La Lube Civitanova inizierà la sua avventura nella fase ad eliminazione diretta contro l’Halkbank Ankara che ha iniziato bene la sua stagione, espugnando tra l’altro, il campo di Piacenza ma poi ha perso un po’ smalto. Trento affronterà Berlino, squadra che conosce piuttosto bene per averla incontrata più volte in passato e la Gas Sales Bluenergy Piacenza se la vedrà con la capolista del campionato polacco, lo Jasztrebski Wegiel, zeppo di ex giocatori di Superlega.

L’Halkbank Ankara, avversario di Civitanova (squadre in campo mercoledì 21 alle 16.00, dopo 20 giornate di campionato guida il campionato turco con 56 punti frutto di altrettante vittorie. Nella scorsa stagione dopo aver dominato la regular season nei play off, in finale, ha alzato bandiera bianca con lo Ziraat Bank Ankara. La squadra turca ha in campo due assoluti protagonisti della Superlega nelle scorse stagioni, l’opposto olandese Abdel Aziz e lo schiacciatore francese, campione olimpico in carica Earvin Ngapeth che però potrebbe non essere in campo visto che ha saltato le ultime partite.

L’alzatore dei turchi è lo statunitense Micah Ma’a, al secondo anno in forza all’Halkbank dopo l’esperienza in Polonia al Katowice, mentre l’opposto è Nimir Abdel Aziz, in Italia per tante stagioni, tra Belluno, Cuneo, Milano, Trento e Modena, alla seconda stagione nelle file dell’Halkbank. Lo schiacciatore titolare dovrebbe essere Earvin Ngapeth che in Italia ha giocato a Cuneo ma soprattutto a Modena fino alla scorsa stagione ma il francese è rimasto spesso in panca nel primo scorcio di stagione e i titolari sono stati l’esperto 34enne schiacciatore canadese John Gordon Perrin, lo scorso anno in forza al Verona e già in Italia con la maglia proprio di Piacenza nel 2015-2016 e un altro esperto 31enne, Izzet Unver, ex Fenerbahce e passato quest’anno all’Halkbank. Al centro giocano il turco Mert Matic, al secondo anno con l’Halkbank e un altro turco, Yunus Emre Tayaz, anche lui alla seconda stagione nelle file della squadra campione di Turchia. Il libero è Done Volkan, un’istituzione all’Halkbank dove gioca dal 2019.

In patria Berlino, avversario di Trento, squadre in campo mercoledì 21 in Germania alle 19.30) ha perso solo due volte finora su 20 gare disputate e guida la classifica con 4 punti di vantaggio sul Lunenburg e ha vinto i play-off di Champions eliminando il Tours. L’alzatore è il tedesco Johannes Tille che è rientrato l’anno scorso in patria dopo una stagione, la prima fuori dai confini nazionali, Saint-Nazaire in Francia, l’opposto è il ceco Marek Sotola, 23 anni, già da tre  stagioni a Berlino. In banda giocano due ex protagonisti della Superlega, il francese Timothee Carle, quattro anni fa in Italia con la maglia di Vibo Valentia, prima di trasferirsi in Germania, e il tedesco Ruben Schott, nel 2017/18 in forza a Milano e a Berlino da due anni anno dopo tre stagioni in Polonia. Al centro vengono schierati l’estone Timo Tammemaa, 32 anni da quest’anno a Berlino e l’australiano Nehemiah Mote, ex Friedrichshafen. Il libero è il giapponese Satoshi Tsuiki, arrivato quattro anni fa in Germania e trasferitosi due stagioni fa a Berlino.

Lo Jasztrebski Wegiel, rivale della Gas Sales Bluenergy Piacenza (si gioca al palaBanca alle 20.30 mercoledì 21) si è imposto con margine nel girone D, è nettamente in testa alla PlusLiga con 19 vittorie e due sole sconfitte in campionato e sembra lanciatissimo verso la conquista di tutti i trofei in patria a cui vorrebbe aggiungere la Champions League. La squadra polacca in regia può contare sul palleggiatore campione olimpico francese Benjamin Toniutti, che in Italia ha giocato a Ravenna nel 2013/14, poi dal 2015 in polionia prima al Kedzierzyn Kozle e poi dal 2021 Jasztrebski Wegiel. L’opposto è un altro francese, Jean Patry, in Italia a Cisterna e poi a Milano e trasferito in Polonia da questa stagione.

In banda giocano l’idolo di casa Tomasz Fornal, da cinque in forza allo Jasztrebski e anche nel giro della Nazionale polacca e anche una vecchia conoscenza del campionato italiano, il croato Marko Sedlacek, ex Piacenza, Monza e a Cisterna lo scorso anno. I centrali sono il monumentale Norbert Huber per tre anni campione d’Europa con lo Zaksa e da questa stagione in forza ai rivali di sempre e l’ucraino Jurij Gladyr, nel 2018/2019 in italia a Siena e poi sempre allo Jasztrebski Wegiel. Il libero è Jakub Popiwczak, altro giocatore nel giro della Nazionale, vera e propria bandiera di questa squadra visto che è all’undicesima stagione con la maglia dello Jasztrebski Wegiel.